Calcio, ottavi Coppa Italia: c’è il derby di Torino. Ultima spiaggia per Mihajlovic al Milan?

Juventus-Stadium-calcio-foto-wikipedia.jpg

Non c’è riposo per il calcio azzurro. A cavallo degli ultimi due turni prenatalizi, con l’Inter in minifuga e la Juventus che sembra essere tornata la corazzata delle passate stagioni, si giocheranno tra oggi e giovedì gli ottavi di finale di Coppa Italia. E la competizione si profila interessante con sfide delicate nelle quali potrebbero vedersi meno turn over del previsto.

La gara più attesa è senza dubbio quella che chiuderà il programma di mercoledì: alle 20.45 andrà in scena il derby tra Juventus e Torino, risolto in campionato da un gol di Cuadrado nei minuti di recupero. I bianconeri, lanciati come detto al recupero verso la vetta della classifica con sei vittorie di fila, ospiteranno i cugini granata, che nel sabato di Serie A non sono scesi in campo contro il Sassuolo a causa della nebbia e che hanno preferito non recuperare subito la sfida di Reggio Emilia per prepararsi al meglio alla sentita stracittadina. Sulla carta la Juve è favorita, ma il Toro si è sbloccato proprio nei derby lo scorso aprile e ora sogna di rendere davvero indimenticabile il suo 2015 solare culminato anche con l’impresa di Bilbao e gli ottavi di finale di Europa League.

Un occhio di riguardo sarà lasciato anche a Sampdoria-Milan di giovedì alle 21. Dopo i due pareggi consecutivi contro Carpi e Verona, senza esprimere alcuna parvenza di gioco, Sinisa Mihajlovic è tornato a tremare sulla panchina rossonera. E dire che due settimane fa, proprio con il 4-1 sui blucerchiati, sembrava che la stagione potesse svoltare. Invece le difficoltà non sono state affatto spazzate via e addirittura si parla di possibili dimissioni. Al momento il serbo ha fallito. Ben più felice, invece, l’altra sponda della Madonnina, con quel Roberto Mancini che guida l’Inter e che alla Sampdoria (e a Mihajlovic) è legato da più di un filo. L’Inter è prima in campionato, vince e adesso convince pure: la sfida con il Cagliari (oggi alle 21) sembra poco più di una formalità nonostante i sardi siano al vertice della Serie B.

Tra le altre gare, Genoa-Alessandria (oggi alle 19.15) ha sapore di nostalgia, di partite scudetto dei primi anni del secolo scorso, con i grigi piemontesi – secondi in Lega Pro – che dopo l’impresa di Palermo vogliono continuare a stupire. Roma-Spezia di domani alle 14.30 è una ghiotta occasione per Rudi Garcia di tornare a vincere, Fiorentina-Carpi (domani ore 16.30) e Napoli-Verona (domani ore 19) non dovrebbero preoccupare partenopei e viola mentre la Lazio di Stefano Pioli se la vedrà all’Olimpico contro l’Udinese giovedì alle 16 in un match aperto a qualsiasi risultato.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

Lascia un commento

Top