Calcio femminile, Serie A: Brescia contro la ‘bestia nera’ S.Zaccaria, Verona in cerca del sesto sigillo


12289517_983013148406466_3498299528517043718_n

Dopo la pausa per la Nazionale di Antonio Cabrini impegnata nella tournée cinese, torna di scena il campionato di Serie A di calcio femminile con la sua sesta giornata. 

Questo sabato calcistico in rosa propone un match molto interessante che vede sfidarsi il S. Zaccaria e Brescia, autentica bestia nera delle leonesse l’anno scorso. In due partite, infatti, le ragazze di Milena Bertolini riuscirono a strappare solo 1 punto. Un andamento costato caro che ha finito per favorire l’Agsm Verona. Pertanto, il confronto tra  rondinelle e  ravennati si preannuncia equilibrato perchè le padrone di casa, al momento, stanno dimostrando una compattezza di squadra fuori dal comune ed inattesa che le vede veleggiare in quarta piazza nella graduatoria generale. Un trend premiato dalla convocazione tra le fila azzurre di Luisa Pugnali, una delle migliori della compagine romagnola. Non sarà facile, quindi, per la banda di Bertolini riuscire a conquistare i 3 punti in un incontro che, come detto, rievoca brutti ricordi ma che, al tempo stesso, riveste una grande importanza per il gap che il Brescia ha dalla vetta. 5 punti dal Verona, in un campionato a 12 squadre così incentrato sui club di tradizione, non saranno facili da recuperare pur se mancano ancora tante partite. Ne è convinta Stefania Tarenzi che in un’intervista riportata sul sito del Brescia CF ha dichiarato: “La stagione rimane lunga se pensiamo che non è ancora finito neppure il girone di andata, ma non possiamo permetterci di commettere il terzo passo falso ravvicinato, quello è sicuro. Non viviamo questa situazione con tensione, ma con la giusta determinazione ed è un aspetto importante.“In questo inizio di stagione abbiamo giocato già tantissime partite di alto livello e con ritmi molto intensi, molte più di altre squadre considerando gli impegni tra Supercoppa, Champions e campionato, quindi sicuramente è servita a livello mentale. Ovvio che avere tante compagne impegnate in Cina con la Nazionale non ci ha favorito molto sotto l’aspetto della stanchezza fisica, ma chi è rimasta ha potuto lavorare bene e curare aspetti che quando hai tanti impegni magari trascuri”. C’è da dire che il S.Zaccaria, al momento, è la squadra che ha subito meno goal di tutti, solo 3, pertanto non sarà facile per Cristiana Girelli e compagne scardinare l’organizzata retroguardia del team allenato da Marinella Piolanti.

Match sulla carta meno impegnativo per il Verona contro il Riviera Di Romagna tra le mura amiche dello Stadio “Olivieri”. Le scaligere, infatti, puntano al sesto sigillo consecutivo nel torneo potendo contare anche sul recupero di Federica Di Criscio mentre resta ancora indubbio la disponibilità di Sandy Maedly. Squizzato e Kur Larsen potrebbero sedersi in panchina, anche se un loro impiego appare improbabile. Il pronostico quindi è chiaramente favorevole alla squadra di Renato Longega che, al momento, vanta delle statistiche impressionanti: 32 goal fatti e soli 4 subiti in 5 partite disputate con Tatiana Bonetti capocannoniere con 10 reti all’attivo in coabitazione con Valentina Giacinti del Mozzanica. I precedenti dicono che veronesi e romagnole si sono affrontate otto volte nel massimo campionato con un bilancio nettamente favorevole alle prime vincenti in sette occasioni contro una sola affermazione del Riviera. Ben diciotto le reti messe a segno dal Verona a fronte delle sole tre incassate.

CLICCA PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Lascia un commento

Top