Calcio, Europa League: la Fiorentina per completare il tris

Giuseppe-Rossi-Fiorentina-calcio-foto-giuseppe-rossi-fb-.jpg

Con Napoli e Lazio già ai sedicesimi di finale, il calcio italiano attende la Fiorentina per completare il tris di qualificate alla seconda fase di Europa League e sognare una campagna vincente come quella del 2014-2015, terminata purtroppo per azzurri e viola solo in semifinale. Alla squadra di Paulo Sousa basta un pareggio in casa contro i portoghesi del Belenenses.

Napoli-Legia Varsavia, ore 19: partita praticamente inutile per i partenopei, primi nel girone grazie alle cinque vittorie consecutive e senza possibilità di perdere il ruolo di testa di serie al sorteggio. L’impegno del San Paolo contro i polacchi ultimi capita però a metà della prima settimana poco sorridente per Maurizio Sarri, sconfitto a Bologna 3-2 domenica scorsa e atteso nel fine settimana dal big match contro la Roma. Fondamentale, dunque, far riposare più titolari possibili, evitando però brutte figure che potrebbero sommarsi a un eventuale passo falso con i giallorossi. In un ambiente delicato come Napoli, nessun particolare va lasciato al caso per trionfare.

Saint Etienne-Lazio, ore 21.05: anche i biancocelesti hanno strappato nel quinto incontro qualificazione e primo posto aritmetico nel gruppo G. E pure i francesi, secondi, sono già ai sedicesimi di finale. A differenza di quanto avviene in campionato, però, in Europa la Lazio si trasforma: quattro successi di fila e morale ancora alto in una competizione in cui si può fare molta strada. In Serie A invece qualcosa sembra essersi rotto: la testa ovviamente è già alla gara con la Sampdoria di lunedì. La Coppa, in questo momento, passa giustamente in secondo piano.

Fiorentina-Belenenses, ore 21.05: ed eccoci alla partita più importante della serata per il calcio italiano. I viola sono senza dubbio una delle migliori sorprese della stagione, sono terzi alle spalle di Inter e Napoli e domenica se la vedranno con i rivali storici della Juventus, in gran recupero con quattro vittorie di fila. Ma la rosa di Paulo Sousa non è ancora attrezzata per competere su due fronti e, difatti, due ko interni contro Basilea e Lech Poznan hanno rischiato di compromettere il passaggio del turno. Ma grazie a molti risultati favorevoli adesso la situazione è sotto controllo: basterà un pareggio contro la matricola portoghese (battuta 4-0 in trasferta all’andata) per allontanare definitivamente tutti gli spettri e ripartire da zero ai sedicesimi.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina ufficiale Facebook Giuseppe Rossi

Lascia un commento

Top