Calcio a 5 femminile, Serie A: lo Sporting Locri smette di giocare dopo aver ricevuto minacce

Sporting-Locri-calcio-a-5-femminile-foto-facebook.jpg

Game Over.

Con queste due semplici parole ed un banner pubblicato sulla pagina ufficiale del suo profilo Facebook, lo Sporting Locri comunicava ieri a tutto il mondo sportivo di voler interrompere l’attività sportiva nel massimo Campionato Italiano femminile di calcio a 5.

 

Un fulmine a ciel sereno per molti, una decisione inderogabile invece per il presidente della squadra  Ferdinando Armeni:” Ringrazio tutti per la vicinanza e il sostegno – ha detto -, ma la serenità non c’era prima e non c’è ora per cui non torno indietro. Se qualcuno è disposto a rilevare la società la cedo gratis”.

Ma qual è la serenità di cui parla il numero uno del team calabrese? E’ quella di non ricevere più intimidazioni o minacce da ignoti.

Una situazione insostenibile quella venuta a galla, da cui però è scaturita grande solidarietà e voglia di far proseguire invece l’avventura delle ragazze del club reggino.

Il presidente della Divisione Calcio a 5 Fabrizio Tonelli, è infatti intervenuto sulla questione: “Così no! Ho seguito in questi giorni con il Consiglio la difficile situazione che sta vivendo lo Sporting Locri, società che milita nel Campionato di Serie A femminile di calcio a 5. Ripeto, così no! La Divisione Calcio a cinque esprime con forza solidarietà allo Sporting Locri, al suo Presidente, ai suoi dirigenti e alle sue tesserate, si fa interprete dei numerosi messaggi di solidarietà giunti da tutta Italia ed è a disposizione della società e delle istituzioni per ogni iniziativa che permetta la prosecuzione dell’attività”.

Carlo Tavecchio, numero uno della Figc, ha aggiunto: “Vergogna, porteremo a Locri le azzurre del calcio a cinque per testimoniare la nostra solidarietà. Il calcio italiano è unito contro la violenza e contro la vergogna di chi attraverso la minaccia non vuole si faccia sport. Esprimo massima solidarietà allo Sporting Locri, ai suoi dirigenti e alle sue tesserate, la Figc è al loro fianco. Andremo in Calabria con la Nazionale femminile di Calcio a 5 per testimoniare tutto il nostro sostegno affinché nel meridione d’Italia non si spenga una bella realtà di sport in rosa“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

michele.cassano@oasport.it

Foto da: pagina Facebook Sporting Locri

Lascia un commento

Top