Biathlon: un weekend da incorniciare al femminile, uomini attesi al riscatto ad Hochfilzen

12294757_861597330624541_9043597467320561260_n.jpg

Foto: Serge Schwan


Si è appena concluso un weekend da incorniciare per il biathlon azzurro, con tre podi in tre gare individuali in campo femminile.

Dopo la vittoria nell’individuale di Dorothea Wierer giovedì e il secondo posto di Federica Sanfilippo nella sprint, Wierer ha saputo regalare un’altra prestazione strepitosa nell’inseguimento, gara di chiusura nel weekend di Oestersund (Svezia).

La finanziera altoatesina si è forse sbloccata dopo il successo ottenuto nella 15 km, sebbene non fosse al top della condizione a causa dell’influenza che l’ha costretta a saltare la staffetta mista. Pesano per Wierer i due errori nella sprint, ma nell’inseguimento ha dato dimostrazione di grinta e carattere, andando a conquistare il secondo posto. L’azzurra ha dichiarato che crescerà il suo livello sugli sci nelle prossime settimane e qualora dovesse mantenere le stesse percentuali al poligono può mantenersi al vertice della Coppa del Mondo.

Sorpresa graditissima la performance di Federica Sanfilippo nella sprint, conclusa al secondo posto alle spalle di Soukalova. Il passo sugli sci per l’atleta della Val Ridanna è sempre stato il cavallo di battaglia, fondamentale per lei sarà mantenere questo rendimento al poligono per vederla più spesso nelle posizioni che contano nelle prossime gare. Un weekend in crescendo anche per Karin Oberhofer, autrice di due gare opache nella mista e nell’individuale, ma già a partire dalla sprint e successivamente nell’inseguimento ha dimostrato di essere sul pezzo, terminando le gare rispettivamente in ottava e 15esima posizione.

Più in difficoltà in questa prima tappa Nicole Gontier e Lisa Vittozzi. La 24enne valdostana ha commesso numerosi errori al poligono e speriamo che possa ritrovare percentuali migliori a partire dal prossimo weekend di Hochfilzen. Ha faticato invece sugli sci la 20enne sappadina, costretta al forfait nell’individuale per un turno di riposo, dimostrando comunque ottime percentuali al tiro.

Diversa la situazione in campo maschile, con gli azzurri che non sono riusciti ad entrare in nessuna gara nelle prime 30 posizioni. Il più positivo è stato sicuramente Christian De Lorenzi, brillante nella mista e nell’inseguimento, dove ha ottenuto i primi punti stagionali di Coppa del Mondo. Dopo una buona prova individuale, Dominik Windisch ha pagato le condizioni del vento nella sprint, ma il 26enne ha dimostrato comunque di aver un buon passo sugli sci. Se le percentuali si attesteranno all’80%, entrerà sicuramente nelle posizioni che gli competono. Inaspettatamente falloso anche Thomas Bormolini in questa prima tappa, mentre per Lukas Hofer, presente solo nella sprint, aspettiamo il prossimo weekend di Hochfilzen per vedere se avrà recuperato appieno dall’influenza delle scorse settimane.

Foto: FISI (Serge Schwan)

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

 

 

Lascia un commento

Top