Biathlon, Coppa del mondo: Schempp vince la sprint di Pokljuka, Windisch e Hofer a ridosso dei migliori 15

12313646_859207700863504_6455476401407999621_n.jpg

Successo tedesco nella prova inaugurale della terza tappa di Coppa del mondo di biathlon che ha preso il via oggi a Pokljuka, in Slovenia. Preciso al poligono e veloce sugli sci, Simon Schempp ha conquistato la settima vittoria individuale della carriera in Coppa del mondo.

Il tedesco è partito con pettorale alto rispetto agli altri favoriti della vigilia e ha imposto da subito un ottimo passo. Percorso netto ai due poligoni e marce alte inserite nell’ultima tornata che gli hanno consentito di ampliare il margine sugli inseguitori in ottica inseguimento. Ottima prova per Ole Einar Bjørndalen che ha chiuso in seconda posizione con un ritardo di 15” dopo aver condotto una gara perfetta ma non sufficiente ad avvicinare e battere il tedesco. Terzo gradino del podio con brivido finale per il russo Evgeniy Garanichev, che nella sfida a distanza con il connazionale Alexey Slepov, inseritosi ai piedi del podio ma con due soli decimi di ritardo dalla terza posizione con pettorale 96.

Il primo atleta ad aver commesso un errore al tiro nell’ordine d’arrivo è Martin Fourcade, quinto e con un ritardo di 25”, interessante in ottica inseguimento. Alle sue spalle, a sua volta con un bersaglio mancato, è arrivato il russo Anton Schipulin, tra i più in palla del momento e vicinissimo a Fourcade a parità d’errori. Settima piazza per Quentin Fillon Maillet, mentre Benedikt Doll ha chiuso ottavo. Tarjei con un errore al tiro ha chiuso nono e come tanti altri ha delle buone prospettive in vista della pursuit di domani. Ha completato la top 10 Alexey Volkov davanti ad Emil Hegle Svendsen, che per quanto abbia chiuso in undicesima piazza ha un distacco di soli 41” dalla prima posizione e 15” dal podio: meno di un errore.

Buona prova per la squadra italiana con Dominik Windisch e Lukas Hofer che hanno chiuso appena fuori dai migliori 15. Windisch è stato per due terzi di gara in lotta per un piazzamento tra i primi 5 ma un errore in apertura nella seconda ha compromesso questa possibilità con l’azzurro è stato bravo a riprendersi e a chiudere 16esimo con il 90% al poligono. Subito dietro, con meno di 5” di distacco, Hofer continua a lanciare segnali di ripresa con una condizione che sembra in crescita anche se non al meglio dopo un inizio di stagione non facile. Troppi errori per Christian De Lorenzi, che con 3 giri di penalità da scontare non è riuscito a fare meglio dell’80esima posizione finale, escluso dall’inseguimento.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Serge Schwan – FISI

Lascia un commento

Top