Biathlon, Coppa del mondo: dominio di Martin Fourcade nella sprint di Östersund

Martin-Fourcade-Peter-Porai-Koshits-wikipedia-.jpg

Nonostante due errori al tiro, uno per serie, Martin Fourcade ha stravinto la prima sprint stagionale della Coppa del mondo di biathlon. Una prova sensazionale sugli sci stretti che gli è valsa il successo nella seconda delle tre gare individuali in programma ad Östersund (Svezia) in una giornata resa insidiosa dalle condizioni del vento.

Il francese ha messo le marce alte sin dal primo giro, mantenendosi su livelli irraggiungibili da tutti gli altri atleti. Un successo netto, quasi una dimostrazione di forza dopo le difficoltà della 20 chilometri di mercoledì. Restano gli errori, complice oggi anche un vento che ha dato fastidio a tanti, ma questo Fourcade versione fondista fa paura a tutti gli avversari, chi più chi meno in difficoltà a tenere il passo. Per il transalpino si tratta del 32esimo successo in carriera escludendo le staffette, con le quali si arriva a quota 39.

Seconda posizione, sul traguardo, per il tedesco Arnd Peiffer che ha colpito 9 bersagli sui 10 in programma. Nonostante questo, il suo ritardo si è attestato sui 51”: un margine esagerato in una prova come la sprint. Terzo gradino del podio per il norvegese Ole Einar Bjørndalen, che continua a cogliere risultati dopo la vittoria ottenuta nell’individuale. Grazie al piazzamento odierno, maturato con 2 errori al tiro, l’esperto norvegese ha mantenuto la leadership in classifica generale e il pettorale giallo. 

A sua volta autore di due errori, quarta piazza per Quentin Fillon Maillet, simbolo di una Francia che può gioire non solo grazie al fenomenale Fourcade. Quinto il tedesco Benedikt Doll, che dopo il primo poligono sembrava l’unico in grado di poter ambire ad avvicinare la prima piazza, ma tre errori nella serie in piedi l’hanno relegato fuori dal podio. Alle sue spalle i norvegesi Johannes Bø ed Emil Hegle Svendsen con due errori a testa.

Per quanto riguarda l’Italia, l’unico ad aver trovato buoni risultati al tiro è stato Christian De Lorenzi con 3 errori che ha chiuso appena fuori dalla zona punti in 41esima piazza. Fuori dai 70 Lukas Hofer che con 4 errori ha pagato una condizione ancora non ottimale. Dominik Windisch si è reso protagonista di una gara a due facce con una buona prova sugli sci stretti ma disastrosa al poligono con soli 3 bersagli colpiti: 73esima piazza per l’azzurro che pare atleticamente più in palla. Sei bersagli mancati per Thomas Bormolini, oltre la 90esima posizione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: By Peter Porai-Koshits (Own work) [CC BY-SA 3.0], via Wikimedia Commons

Lascia un commento

Top