Beach volley, Nazionale femminile: l’oriunda arriva anche qui

becky-perry-21.12.2015.jpg

Dopo la fortunata esperienza di Daniel Carambula in campo maschile, anche la nazionale femminile si affida ad una giocatrice naturalizzata con l’obiettivo di migliorare il livello della seconda coppia azzurra. Si tratta di Rebecca, “Becky” Perry, nata a Bakersfield il 29 dicembre 1988 ma con origini italiane (la famiglia viene da Campodimele nel Lazio). Da qualche mese è italiana a tutti gli effetti e ha richiesto in gran segreto (come fu per Carambula lo scorso anno) il permesso di giocare i tornei Fivb per la nazionale azzurra.

Nei giorni scorsi Giulia Toti che, assieme a Laura Giombini, aveva ottenuto risultati interessanti nella stagione appena conclusa, chiudendo ad esempio al quarto posto i Giochi Europei di Baku, aveva comunicato tramite “social” di avere accettato una proposta di lavoro nella scuola (a Ornavasso per la precisione) visto che la sua avventura in Nazionale era da ritenersi conclusa.

Tutto lascia pensare, dunque, che Becky Perry sia la nuova compagna di Laura Giombini, soluzione a sorpresa di un dilemma che incuriosiva gli appassionati del beach sulla seconda coppia azzurra soprattutto in prospettiva della Continental Cup, la manifestazione stile Coppa Davis che qualifica una coppia per Rio 2016. Scartata a priori (per motivi che vanno oltre lo sport ma sono caratteristica quasi esclusiva di questo sport) l’idea di richiamare alle armi le campionesse italiane Cicolari/Momoli, si poteva pensare di gettare nella mischia Lestini/Zuccarelli, coppia di prospettiva, vincitrice della Coppa Italia a Cesenatico ma ancora con scarsa esperienza internazionale oppure puntare su Giombini/Toti ma l’innesto in azzurro di Perry ha consigliato lo staff azzurro di virare su una coppia di sicuro interesse, che potrebbe da subito essere competitiva su buoni livelli. Decisione che ha portato all’addio all’azzurro in modo piuttosto brusco di Giulia Toti, “scaricata” per la seconda volta, dopo l’allontanamento deciso da Paulao all’indomani degli Europei di Cagliari nel giugno 2014.

Becky Perry ha alle spalle una bella carriera nell’indoor da schiacciatrice, con una stagione, la scorsa, anche in Italia a Busto Arsizio. Dopo essere cresciuta nelle giovanili ad Austin, è stata quattro anni nella University of Washington, poi in Portorico con le Lancheras de Cataño. Nel 2011 è in Korea al GS Caltex Seoul, poi in Turchia al Pursaklar Ankara e ancora a Porto Rico con le Indias de Mayagüez. Nella stagione 2013 gioca nelle Gigantes de Carolina, mentre nella stagione 2013-14 vince lo scudetto tedesco con il Dresdner Sportclub. Lo scorso anno approda in Italia a Busto Arsizio e quest’anno ha iniziato la stagione in Polonia nel MKS di Dąbrowa Górnicza. La prima esperienza italiana di beach volley è stata nell’estate scorsa quando ha disputato il campionato italiano 4×4 con Casalmaggiore.

Lascia un commento

Top