Volley, SuperLega – Sesta giornata: incroci ad alta quota. Modena a Trento, Macerata sfida Verona

Modena-volley-Valerio-Origo.jpg

Scoppiettante sesta giornata di SuperLega in arrivo: le prime quattro squadre della classifiche, le più accreditate per lo scudetto, si sfidano tra loro in due incroci d’alta quota che potrebbero delineare maggiormente le gerarchie del massimo campionato italiano di volley maschile.

Tutte le partite della domenica si apriranno con un minuto di silenzio per ricordare il giornalista sportivo Adelio Pistelli, spentosi venerdì mattina dopo una lunga lotta contro una grave malattia.

 

Macerata torna gasata dall’impresa contro il Belchatow in Champions League, motivata a mantenere la propria imbattibilità anche in campionato nell’impegnativa battaglia contro Verona. Gli scaligeri sono reduci sì dalla qualificazione ai 16esimi di finale della Challenge Cup ma la lunga trasferta nelle Azzorre potrebbe aver tolto qualche energia agli uomini di Giani.

Blengini si affiderà naturalmente allo scatenato Osmany Juantorena, davvero in stato di grazia e autentico trascinatore della Lube che nel frattempo ha recuperato anche l’ottimo Cebulj e fatto “debuttare” il 36enne opposto Miljkovic, già subito capitano della squadra suo primo amore italiano. I cucinieri però devono valutare le condizioni del libero Grebennikov che ha forzato settimana scorsa a Perugia e si è poi fatto male in Polonia: Parodi è pronto per giocare in quel ruolo.

Nella partita degli ex sarà Michele Baranowicz a vestire la maglia gialloblu dopo aver alzato a Macerata e ora pronto al duello con Christenson. Starovic, Kovacevic e Sander pronti a picchiare ma attenzione al muro marchigiano guidato dai serbi Podrascanin e Stankovic. Saranno proprio muro e offensivo i fondamentali di punta delle due squadre e proprio qui si dovrebbe giocare la sfida.

 

La capolista Modena ha ancora nella testa il 3-0 rifilato al Danzica del Nano in Champions League e vuole confermarsi al comando della SuperLega ma il derby della A22 contro Trento è quanto di più insidioso ci possa essere. I Campioni d’Italia si faranno spingere dal proprio pubblico per cercare di vincere il primo big match stagionale dopo essere crollati a Perugia e aver perso la SuperCoppa proprio contro i canarini.

Gli uomini di Lorenzetti saranno verosimilmente senza Earvin Ngapeth che è dovuto ritornare in Francia per problemi famigliari dopo lo show di Champions League che aveva fatto seguito alla punizione per il noto incidente automobilistico. Bruninho dovrà così insistere su Vettori che senza lo schiacciatore transalpino ha dimostrato di essere fondamentale per questa DHL, al pari di Petric.

I ragazzi di Stoytchev, anch’essi vincitori nell’ultimo turno di Champions League, proveranno a rispondere con capitan Lanza e Antonov anche se partono sfavoriti nei pronostici della vigilia. Servirà il miglior Giannelli, proprio come nell’ultima finale scudetto, anche se gli equilibri e i roster si sono totalmente trasformati. Tine Urnaut non dovrebbe giocare anche se si è allenato in settimana e sta recuperando i problemi fisici.

 

Perugia vuole riprendere la propria marcia in campionato e riparte dalla trasferta di Padova per riscattare la sconfitta casalinga contro Macerata. Aleksandar Atanasijevic e Christian Fromm hanno nel mirino i 1500 e 1000 punti in Serie A: la vittoria è imprescindibile per gli umbri che devono subito rialzarsi per riconfermarsi nelle posizioni di vertice.

Atteso derby tra Piacenza e Ravenna: i biancorossi hanno vinto solo la prima partita in SuperLega, i giallorossi sono reduci da due negativi ko. Hristo Zlatanov, ex della partita, scenderà in campo per tagliare tre leggendari record: 9500 punti tra Campionato e Coppa Italia (gliene mancano 4), 800 muri in Serie A (3 per riuscirsi) e 600 aces vincenti (gliene servono 4).

Molfetta ha un’occasione d’oro per spezzare la classifica, mettendo un bel solco in zona playoff: la sfida contro Monza può già dire qualcosa di importante in ottica post season. Milano, dopo aver perso il derby, cerca il primo successo ma l’ostacolo Latina sembra insormontabile. In ballo anche la questione Sottile.

 

Di seguito tutto il programma della sesta giornata di SuperLega:

DOMENICA 22 NOVEMBRE:

17.00   Cucine Lube Banca Marche Civitanova vs Calzedonia Verona

18.00   Diatec Trentino vs DHL Modena

18.00   LPR Piacenza vs CMC Romagna

18.00   Tonazzo Padova vs Sir Safety Perugia

18.00   Gi Group Monza vs Exprivia Molfetta

18.00   Ninfa Latina vs Revivre Milano

 

(foto Valerio Origo)

Lascia un commento

Top