Volley, Serie A femminile – Conegliano vola in testa! Piacenza ko, Montichiari sorprende Novara

Conegliano-Volley-Femminile-A1-Easy-Roberto-Muliere.jpg

Sabato d’alta quota per la Serie A di volley femminile con due anticipi della settima giornata che hanno dato una nuova fisionomia alla classifica del massimo campionato italiano giunto al giro di boa del girone d’andata.

 

Conegliano domina Piacenza con un netto 3-0 (25-13; 25-23; 25-22) e c’è un cambio in vetta alla classifica con le venete che scalzano proprio le emiliane in attesa delle Campionesse d’Italia di Casalmaggiore che, vincendo domani a Busto Arsizio, si riporterebbero al comando della Serie A.

La Nordmeccanica ha perso Flo Meijners per un dolore al polpaccio destro a metà del primo set e questo ha sicuramente influito sul risultato dell’incontro. Show di Easy (16 punti) e Robinson (15), 5 muri per Adams e 12 marcature per Ortolani. Troppi errori per Sorokaite (addirittura 6 in attacco con 3 errori e solo il 35% in attacco), 11 punti per Bauer.

 

Novara viene nuovamente sconfitta in campionato e in casa Igor Gorgonzola si apre ufficialmente la crisi: la panchina di Pedullà traballa sempre di più, il caso Signorile è definitivamente scoppiato e le piemontese crollano in casa contro Montichiari. Le toscane vivono una notte magica imponendosi per 3-2 (25-23; 25-20; 18-25; 18-25; 16-14), risalgono fino al nono posto in classifica (in attesa delle partite della domenica) e relegano le vicecampionesse d’Italia al quarto posto in classifica.

Montichiari trascinata da Tomsia (25 punti, 4 muri), da Barcellini e Brinker (15 punti a testa), dall’eterna Gioli (4 muri) e dall’indomita Carocci in difesa. Dall’altra parte della rete viene scelta la 18enne Francesca Bosio in cabina di regia per provare a invertire la rotta dopo il ko di Casalmaggiore ma non c’è stato nulla da fare.

Nel primo set lotta punto a punto prima della svolta decisiva: Novara conduce 18-16, Tomsia firma un parziale di 4-0, porta Montichiari avanti di 2, Brinker e Barcellini blindano il parziale.

Novara non reagisce nel secondo set, Montichiari vola subito avanti 12-8 grazie al muro e solo quando la nave sta affondando ci si affida a Barcellini. Chirichella accorcia sul 17-19 ma è ancora Barcellini, spalleggiata dall’indemoniata Tomsia, a portare le toscane sul 2-0.

Pedullà è così costretto a cambiare il volto alla squadra: torna la diagonale titolare composta da Signorile e Fabris, Rousseaux sostituisce Malesevic e così Novara torna in carreggiata. Dominato il terzo set, poi va sotto 11-7 nel quarto parziale ma il turno in battuta di Rousseaux cambia il match grazie anche agli attacchi di Fabris e Cruz che trascinano la partita al tie-break.

Montichiari scatta farte, il muro e una doppietta di Brinker valgono 8-5. Sul più bello la Metalleghe va in bambola con un’invasione di Gioli, un tocco a muro chiamato a Barcellini, due gialli e un rosso per un dirigente. Così Novara si ributta sotto (11-10) e parte la sfida diretta tra Fabris e Tomsia fino al 13 pari. Barcellini conquista il primo match-ball, Fabris annulla ma sul secondo Tomsia si esalta.

 

(foto LVF)

Lascia un commento

Top