VIDEO e FOTO – Ginnastica, Olimpiadi 2016 – Tutti gli attrezzi per Rio! Tra volteggio e trave

Italia-Mondiali-Glasgow-ginnastica-Olimpiadi.jpg

Da qualche mese la Federazione Internazionale di Ginnastica ha rivelato quali saranno i fornitori degli attrezzi su cui si gareggerà alle Olimpiadi di Rio 2016 (clicca qui per conoscerli).

I vari produttori hanno dato il meglio di se stessi in questi anni per ottenere il tanto ambito appalto. Al femminile la francese Gymnova e la tedesca Spieth si sono spartite equamente la posta in palio.

Conosciamo più nel dettaglio tutti gli attrezzi femminili con FOTO, VIDEO e spiegazioni.

 

VOLTEGGIO – C’è tanta attesa per l’Ergojet Rio, intravisto alle ultime Universiadi e ricco di segreti. Ottima stabilità, nuovo sistema di molle, altezza regolabile con facilità (uomini e donne saltano con due altezza differenti). Una tavola addirittura trasportabile e con un’ottima resa al tatto.

Vi propongo il VIDEO con cui la tedesca Spieth lo ha presentato al pubblico qualche mese fa, subito dopo che la FIG aveva comunicato gli appalti.

 

 

PARALLELE ASIMMETRICHE – Gli staggi portano la firma della Gymnova, storica casa francese da decenni nel circuito della ginnastica artistica. Queste parallele asimmetriche sono state ribattezzate “Rio” proprio in onore delle Olimpiadi 2016 ma le abbiamo già viste in pedana agli Europei 2015 e ai Mondiali 2015. Resteranno certamente in vigore anche per tutto il 2017 (già vinto il bando per la rassegna iridata di Montreal), poi si vedrà.

Dinamismo e elevata responsività dotate da barra in carbonio con legno, eccellente ergonomicità, facilità di aggiustamento e di modificarne l’altezza.

Di seguito la FOTO dell’attrezzo fornita dal produttore e il VIDEO dell’esercizio di Viktoria Komova che, proprio su queste parallele, si è laureata Campionessa del Mondo a Glasgow.

Parallele Gymnova Olimpiadi Rio 2016

 

 

 

TRAVE – La tedesca Spieth si è presa l’appalto dell’attrezzo più femminile, vanto portato dietro nella storia da tutti i grandi costruttori. Ribattezzata “Barcelona”, città dove si svolsero i Giochi Olimpici 1992, è una classifica trave che però brilla per la cosiddetta “double shock absorption”, viene realizzato in alluminio, lunga 500cm e larga 10cm (come da regolamento), altezza regolabile fino a 125cm.

Di seguito la FOTO dell’attrezzo come venduto dal produttore e il VIDEO che spiega i dettagli del montaggio.

Trave Barcelona Olimpiadi Rio 2016

 

CORPO LIBERO – L’attrezzo rivoluzionario proposto dalla Gymnova e che nelle ultime due stagioni ha davvero modificato molto la specialità, con le sue potentissime molle che garantiscono elevati slanci. Ribattezzata “Glasgow” (in onore degli ultimi Mondiali), è stata così apprezzata che nel frattempo è stata scelta anche per le Olimpiadi 2016.

Abbiamo già descritto le caratteristiche tecniche di questa struttura già l’anno scorso (clicca qui per saperne di più). Le ragazze si sono esibite ufficialmente sul quadrato già agli Europei 2015 e ai Mondiali 2015, la rivedremo anche a Montreal 2017.

Di seguito le FOTO dell’attrezzo fornito dal produttore e il VIDEO dell’esercizio di Simone Biles che, su questo tappetone, ha vinto l’oro iridato all’SSE Hydro.

 

Corpo libero Glasgow Olimpiadi Rio 2016 2

 

Corpo libero Glasgow Olimpiadi Rio 2016

 

 

Articoli correlati:

Olimpiadi 2016 – L’immensa Rio Olympic Arena per la ginnastica: 12000 posti! FOTO e presentazione dell’impianto

Olimpiadi 2016 – Calendario, programma e orari della ginnastica artistica

Tag

Lascia un commento

Top