Valentino Rossi: “Avrei voluto giocarmi il Mondiale in condizioni normali, ma ci proverò”

Valentino-Rossi-2-FOTOCATTAGNI.jpg

Conferenza stampa pre-Valencia per Valentino Rossi. Di seguito le dichiarazioni principali.

“Purtroppo dovrò partire dal fondo della griglia e questo renderà tutto difficile. Sarebbe stato difficile comunque, ma così lo è davvero molto di più sotto diversi punti di vista. Dobbiamo impegnarci al massimo, rimanere concentrati e fare un buon lavoro”.

“Molte persone hanno parlato dell’incidente in Malesia. Io ero in moto e ho deciso di fare questo ricorso al Tas per capire se avrei potuto lottare per il Campionato in modo normale. Il Tas in realtà non ha ancora risposto, ma il suo è un ‘no’ alla sospensiva. In ogni caso dovrò partire dall’ultimo posto. Dovremo cercare di dare il massimo in ogni caso”.

“Io credo e spero che tutto possa svolgersi in modo normale. Valencia è sempre un grande week-end ed a volte decide anche i Campionati. Ci sono sempre moltissime persone, ma spero che tutto rimanga nella tranquillità, senza alcun problema”.

“E’ molto difficile dire quante possibilità abbia di vincere o perdere. Dobbiamo provarci. Quando parti dall’ultimo posto, è difficile avere una strategia. In prova dovrò lavorare per avere un buon passo. Di certo i rischi sono molto superiori, perché dovrò provare a recuperare posizioni. Devo fare le scelte giuste per l’assetto e le gomme”.

“Il mio sogno era quello di lottare per il Campionato e dopo un’ottima stagione posso farlo, ma non in una situazione normale. Le ultime vicende non modificano la mia passione o i miei progetti per il futuro. Correrò anche nel 2016 perché ho un contratto, poi deciderò se continuare ancora”.

“Io cercherò di fare sempre le solite cose. Partire ultimo non cambierà il mio atteggiamento. Dobbiamo provarci, cercheremo di prendere quello che è successo come una motivazione positiva”.

Rimpianti per quanto riguarda Sepang? “Purtroppo non avevo altra scelta. Rimpiango solo di essere andato largo e non aver seguito la mia traiettoria normale”.

“Dagli altri piloti mi aspetto un comportamento normale. Tutti i piloti faranno la propria gara, questo è lo sport. Dipenderà da me essere veloce abbastanza per rimontare”.

Cambiano strategie in qualifica? “Ancora non lo so. Ci dobbiamo pensare. In ogni caso, io farò sempre le stesse cose. Se sarò tra i primi 10, farò anche la Q2”.

“La pista di Valencia non è una delle mie preferite ma lo scorso anno sono andato molto forte”.

“In tanti hanno parlato dell’incidente di Sepang, io che ero sulla moto so come sono andate le cose… Abbiamo cercato di parlare con il Tribunale ma non siamo riusciti a fare cambiare la loro posizione. Ora dobbiamo pensare a fare il massimo restando concentrati ogni giorni. Sarà importante il lavoro nelle prove per essere competitivi”.

Paura delle Honda? “Più che una grande impresa devo cercare di fare la gara migliore possibile, essere veloce senza sbagliare recuperando più posizioni possibile”.

Sulla richiesta di Lorenzo al Tas: “Sono rimasto sorpreso, non so cosa dire…”.

“Il prossimo anno correrò sicuramente. Ho un contratto con la Yamaha. Ringrazio il padre di Lorenzo per le parole dette oggi”.

“Sono deluso più che arrabbiato, mi dispiace non poter giocarmi una chance. Mi amareggia il fatto che alla resa dei conti mi abbiano tolto la possibilità di lottare per il titolo. Purtroppo domenica non dipenderà tanto da me”.

“Avere tutti i tifosi al mio fianco è una gran consolazione, sono molto felice. Anche se avrei preferito non avere la penalizzazione”.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

Lascia un commento

Top