Tennis, Masters ATP 2015: Djokovic sontuoso! Sconfigge Federer e chiude un 2015 da urlo

tennis-novak-djokovic-sportsillustrated-370x251.jpg

Djokovic, Djokovic e ancora Djokovic! Il serbo ha conquistato oggi le quinte Finals ATP della sua carriera, sconfiggendo in finale lo svizzero Roger Federer con il punteggio di 6-3, 6-4. Per il numero 1 al mondo si tratta dell’undicesimo trionfo stagionale e del quarto Masters consecutivo (record). Numeri straordinari che rendono il 2015 l’anno migliore per un tennista dell’era moderna. Sì, perchè Nole si è dimostrato il più forte dal primo all’ultimo torneo, imponendo il suo gioco e non lasciando margine di rimonta alle sue “vittime”. Un vero killer, tanto spietato quanto perfetto, semplicemente il miglior tennista del pianeta.

Primi due game di partita molto emozionanti, chiusi soltanto ai vantaggi dopo un estremo equilibrio. Nel terzo gioco Nole strappa il servizio all’avversario, per poi tenerlo realizzando due ace consecutivi. Federer a questo punto reagisce, conquista il parziale a 0, ma cede nuovamente ai vantaggi dopo esser stato vicino al break. Ancora una volta il numero 3 del mondo accorcia sul 3-4 e nuovamente il serbo risponde “presente” attraverso una battuta potentissima, che gli permette di conquistare il servizio del 6-3.

Djokovic inizia bene anche la ripresa, tenendo a 30 il primo servizio. La risposta di Federer è però impressionante. Nel game successivo lo svizzero è assolutamente devastante in battuta, dove realizza ben tre ace nella sola frazione. I due campioni della racchetta continuano a darsi battaglia, ma non riescono a prendere il largo, tenendo il servizio fino al nono game. A dire il vero, la ghiotta opportunità era nelle mani del numero 1 al mondo, che però ha sciupato uno 0-40 di vantaggio nell’ottavo gioco. Sul 4-4 Djokovic non sbaglia più, approfitta del doppio fallo dell’avversario e chiude la sfida, le Finals e la stagione sul 6-4.

Un’annata eccezionale per colui che è, di fatto, il tennista più forte del mondo. Il suo dominio in questo match emerge soprattutto nella statistica della seconda di servizio, dove è implacabile con l’82% di conversioni in punto.

A meno di due mesi dagli Australian Open il re della racchetta è sempre lui e la sensazione è che anche il 2016 sarà nel segno di Novak Djokovic.

Foto: Sportsillustrated

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianni.lombardi@oasport.it

Lascia un commento

Top