Taekwondo, Carlo Molfetta: “Sto tornando ad avere buone sensazioni. Preolimpico? Ecco le insidie”

0811MolfettaPre11.jpg

Il 16 e 17 gennaio 2016 saranno i due giorni chiave per il taekwondo italiano. A Istanbul si svolgerà infatti il preolimpico europeo: ogni categoria di peso metterà in palio due pass per Rio 2016. In sintesi: sarà necessario approdare in finale.

Ogni nazione potrà schierare al massimo quattro atleti, due uomini e due donne. Tra questi dovrebbe esserci anche il campione olimpico in carica dei +80 kg, Carlo Molfetta. “Anche se non è ancora chiaro chi andrà in Turchia tra me e Leonardo Basile, la Federazione ha tempo fino a metà dicembre per prendere una decisione“, spiega il 31enne di Mesagne.

Il pugliese sembra essersi messo alle spalle tutti gli acciacchi del recente passato: “Non è stato un periodo molto fortunato, ma finalmente mi sto allenando bene. Le sensazioni stanno tornando buone. Già all’ultimo Grand Prix avevo capito di essere sulla strada giusta“.

Molfetta ha le idee chiare sui rivali più pericolosi in vista del preolimpico: “Sicuramente il francese (M’bar N’Diaye, ndr) e il britannico (Mahama Cho, ndr) saranno gli avversari più insidiosi, ma attenzione anche al bielorusso Arman-Marshall Sylla“. Quasi certamente, in ogni caso, sarà decisiva la semifinale: “E’ vero” – ammette l’azzurro – “anche se io non sono così in alto nel ranking, quindi dovrò capire se sarò testa di serie. In caso contrario, già ai quarti potrei affrontare un avversario forte“.

Il re di Londra 2012, poi, analizza le ambizioni della squadra azzurra: “Ovviamente speriamo di portare a casa 4 pass, ma anche se ci fermassimo a 2 sarebbe un ottimo risultato, perché confermerebbe quello delle scorse Olimpiadi. Abbiamo un livello tale da poter provare a portarne quattro, tuttavia non ci siamo solo noi e gli avversari saranno agguerriti più che mai. Saranno diverse le variabili da considerare. Roberto Botta? E’ ancora incostante, ma nella giornata giusta ha già dimostrato di poter battere chiunque. Lo vedo molto in forma“.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top