Short Track, Coppa del Mondo: si resta in terra canadese. A Toronto la seconda tappa

short-track-hamelin-fb-charles-hamelin.jpg

La Coppa del Mondo di short track resta in Canada e, dopo la prima tappa a Montreal, si trasferisce a Toronto dal 6 all’8 novembre per il secondo appuntamento stagionale.

E’ stato un esordio in chiaroscuro quello della nazionale italiana a Montreal. Ottime indicazioni sono arrivate da Arianna Valcepina, capace di centrare l’ottavo posto complessivo nei 500m, miglior risultato per i colori azzurri. Ci si aspetta una conferma dalla giovane valtellinese nella distanza più breve e magari un miglioramento anche nei 1000m. Nei 1500m aveva invece ben figurato Lucia Peretti, raggiungendo la finale B e conquistando un dodicesimo posto alla fine.

A livello maschile il migliore era stato Yuri Confortola, che ha disputato la Finale B dei 1500m ed è ancora su di lui che l’Italia fa affidamento per ottenere qualche buon risultato, anche se c’è attesa per il riscatto di Tommaso Dotti dopo una prima tappa deludente.

Anche le staffette devono dimostrare molto di più e risollevarsi dopo un brutto esordio, condito con due eliminazioni al primo turno sia al femminile che al maschile. Certamente sul rendimento della nostra nazionale ha pesato tanto l’assenza di Arianna Fontana, che ha deciso di prendersi un periodo di pausa e non sarà sul ghiaccio a Toronto.

Uscendo dai confini italiani ovviamente il grande duello è tra i padroni di casa del Canada, che schierano gli assi Charles Hamelin e Marianne St.Gelais, e le potenze Corea del Sud e Cina (Shim Suk Hee, Choi Minjeong, Dajing Wu solo per citare alcuni nomi) . Queste tre nazioni hanno monopolizzato il podio in tutte le gare a Montreal e anche a Toronto il copione dovrebbe essere lo stesso.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

twitter Andre_Ziglio

andrea.ziglio@olimpiazzurra.com

Lascia un commento

Top