Sci alpino: “nonno” Thaler per sorprendere ancora

Schermata-2014-11-16-alle-17.54.04.png

Una rivincita per chiudere in bellezza: è questo l’obiettivo stagionale di Patrick Thaler, che ha sfogliato la margherita, per diverse settimane, tra la possibilità del ritiro e quella di continuare scegliendo appunto per la seconda opzione.

L’età non scherza: 37 anni compiuti a marzo potrebbero apparire quasi una condanna, ma lo sci alpino, più di altri sport, ha conosciuto nell’ultimo periodo un interessante allungamento delle carriere. D’altronde, il carabiniere di Sarentino ha conosciuto le soddisfazioni migliori proprio ben oltre i trent’anni: i tre podi sono infatti stati conseguiti tra 2009 e 2014, con un’eccellente continuità di rendimento in particolare nell’inverno 2013-2014 quando totalizzò ben 351 punti chiudendo al quarto posto la coppetta di slalom speciale.

Thaler sarà stato tra i più rammaricati per la cancellazione della tappa di Levi, perché sul pendio finlandese ha sempre fatto bene: dodici mesi fa, ad esempio, terminò quinto e quel risultato sembrava il preludio ad un’altra stagione ai massimi vertici, insieme a HIrscher, Neureuther, Kristoffersen e gli altri azzurri. Poi qualcosa è andato storto: dopo un buon decimo posto ad Are, un trittico di uscite a gennaio gli portò via fiducia costringendolo a prestazioni più controllate (e dunque meno efficaci) per poter incamerare qualche piazzamento.

Per questo Thaler ha voglia di rivincita: perché ha dimostrato, costruendoli passo dopo passo anche quando era ai margini della squadra nazionale, di valere risultati ben migliori di una quattordicesima o quindicesima piazza. Thaler vale le prime cinque-sette posizioni, anche oggi: altrimenti non avrebbe continuato. E ha scelto di continuare proprio per chiudere in bellezza, per potersi poi dedicare senza alcun rimpianto a Luca e Mia, gli splendidi gemelli nati da sua moglie Evi poco più di un anno fa.

Per restare aggiornato sul mondo della montagna, visita La GrandeNeve, anche su Facebook

foto: credit Fisi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

Lascia un commento

Top