Sci alpino, Coppa del Mondo: Shiffrin di un’altra categoria, disastro azzurro nello slalom

shiffrin-e1448745943268.jpg

Non c’è storia. Si corre solo per il secondo posto. E’ di un’altra categoria. In qualunque modo lo si voglia dire, Mikaela Shiffrin continua a vincere nello slalom speciale della Coppa del Mondo di sci alpino femminile. E’ davvero inarrestabile la corsa della statunitense campionessa olimpica e mondiale: prima manche perfetta (distacco superiore al secondo e mezzo su tutte le rivali), seconda in controllo. Tempo finale di 1:40.18 (miglior tempo in entrambi i parziali). Poco da dire: si chiude un week-end quasi perfetto per la Shiffrin ad Aspen, in casa; è mancata solo la ciliegina sulla torta venerdì, quando è caduta a due porte dall’arrivo in un gigante che stava per conquistare. 17ma vittoria in carriera, 21mo podio.

Come detto, si corre per il secondo posto. La migliore delle terrestri  è stata la svedese Frida Hansdotter, terza dopo la prima manche: distacco pesantissimo per la scandinava, distante 2”65 dalla Shiffrin. Terzo posto per la ceca Sarka Strachova, abile comunque a conquistare un ottimo piazzamento (2”90 il ritardo). Completano la top-5 la canadese Erin Mielzynski e l’austriaca Carmen Thalmann.

Che lo slalom femminile fosse la disciplina in cui l’Italia dello sci fosse più in difficoltà si sapeva, ma non ci si aspettava un disastro simile. La migliore delle azzurre (e unica al traguardo) è Manuela Moelgg, 23ma (era 30ma dopo la prima manche). Uscite nella seconda Irene Curtoni (inforcata, decima dopo la prima) e Chiara Costazza, sfortunatissima a causa di un palo che le si è staccato davanti. Non qualificate Agnelli e Brignone.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: FB Shiffrin

Lascia un commento

Top