Sci alpino, Coppa del Mondo: azzurre ad Aspen a caccia di conferme

Brignone3-Sci-Giovanni-Auletta-Pentaphoto.jpg

A Sölden, la stagione sciistica azzurra è iniziata col primo, attesissimo acuto in carriera di Federica Brignone. Non solo: a fianco dell’assolutamente nitida vittoria della valdostana, l’intera nazionale ha sfoderato una prestazione di grande impatto, con Irene Curtoni nella top ten, seguita a poca distanza da Nadia Fanchini, Manuela Moelgg, Elena Curtoni e Sofia Goggia.

Nel gigante di venerdì ad Aspen, non è utopia pensare di poter ripetere una simile performance: l’Italia, infatti, può contare sul collettivo migliore in assoluto tra le porte larghe e la punta di diamante, ovvero Federica Brignone, si è sbloccata forse anche psicologicamente e può dunque subito ambire ad un bis. Con una squadra così, è lecito attendersi quantomeno un podio ed un altro inserimento nella top ten, ma tutte le dieci ragazze al via possono ambire ad un risultato importante. Poi, si sa, dopo una vittoria aumenta la fiducia, della singola atleta così come del gruppo, e tutto può sembrare persino più facile.

Diverso, molto diverso il discorso che si prospetta per i due slalom di sabato e domenica (clicca qui per il programma delle gare).  Tra i rapid gates le difficoltà azzurre sono ben note: in attesa di rivedere nel massimo circuito Michela Azzola, che inizierà la sua stagione dalla Coppa Europa, moltissimo dipenderà ancora una volta da Chiara Costazza. La fassana vale almeno le prime dieci posizioni, a patto di evitare quegli errori talvolta banali che l’hanno condizionata anche nelle ultime stagioni. E poi? Beh, in Colorado Manuela Moelgg ha saputo cogliere il primo podio della carriera proprio tra i paletti stretti, dunque l’auspicio è che possa ritrovare certe straordinarie sensazioni, sebbene nel suo caso – come in quello di Irene Curtoni – un ingresso nelle prime quindici rappresenterebbe già un’ottima base di partenza. Federica Brignone è imprevedibile in questa disciplina: le qualità ci sono, i risultati sinora sono arrivati con molta fatica, ma il morale è indubbiamente alle stelle e ci auguriamo che possa rimanere tale anche dopo la gara di venerdì. Infine, Nicole Agnelli punta a centrare i primi punti della carriera in tale specialità, dove comunque in Coppa Europa ha saputo ottenere buoni risultati.

Per restare aggiornato sul mondo della montagna, visita La GrandeNeve, anche su Facebook

foto: Giovanni Auletta/Pentaphoto per Fisi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

marco.regazzoni@oasport.it

Lascia un commento

Top