Scherma, Coppa del Mondo: la spada femminile si gioca (quasi) tutto questa notte in Cina

spada-femminile-italia-navarria-fiamingo-scherma-foto-augusto-bizzi-federscherma.jpg

La spada femminile italiana fatica a ingranare. Dopo la tremenda delusione del Trofeo Carroccio, la scorsa notte Rossella Fiamingo, Mara Navarria e Alberta Santuccio non sono andate oltre gli ottavi di finale della gara individuale di Nanjing (Cina). Un leggero passo in avanti che comunque ha nuovamente lasciato le azzurre lontane dal vertice della specialità. E pensare che la siciliana è bicampionessa mondiale in carica.

Stanotte, però, è vietato fallire nella prova a squadre. Dopo otto podi consecutivi tra la fine della stagione 2013-2014 e il maggio 2015, la magia di un quartetto in grado di poter vincere una medaglia olimpica si è rotta ai Mondiali di Mosca, con una prematura eliminazione per mano della Francia ai quarti di finale poi ripetuta tre settimane fa a Legnano con la Polonia per il nono posto conclusivo. Due controprestazioni che rischiano di rivelarsi fatali.

Le azzurre, terze nel ranking Fie, sono infatti scivolate fuori dal momentaneo lotto delle nazioni qualificate per Rio 2016. La classifica olimpica vede Cina, Romania, Russia e Usa ai primi quattro posti (pass diretti), Francia e Ucraina davanti alle ragazze di Sandro Cuomo – nove i punti di distacco dalle terze classificate mondiali in carica – e Corea del Sud e Venezuela occupare gli ultimi due slot per continenti. Ma il ct ha deciso di non cambiare: avanti con Rossella Fiamingo, Bianca Del Carretto, Mara Navarria e Francesca Boscarelli.

La corsa dell’Italia di spada femminile, dunque, andrà quanto meno impostata su francesi e ucraine, per ora qualificate grazie al pass europeo e a quello africano. Infatti, come recita il regolamento ufficiale, un continente perde la sua casella se non dovesse avere nazioni tra le prime 16 del ranking Fie, e al momento il Sudafrica è solo 18esimo. Nella gara di stanotte un crocevia fondamentale potrebbe essere rappresentato dall’ipotetico quarto di finale contro gli Usa, mentre negli ottavi sarà sfida con la vincente tra Hong Kong-Svizzera. Dopodiché le ultime due occasioni per la rimonta andranno in scena nella prima parte del 2016 tra Barcellona e Buenos Aires.

A Tallinn, sede dell’ultima vittoria nella Coppa del Mondo 2014, la spada maschile sarà invece impegnata nel cercare continuità dopo l’ottimo podio d’esordio a Berna (Svizzera). Dopo un anno difficile, culminato con la 12esima piazza agli Europei di Montreux, gli azzurri hanno saputo reagire chiudendo quarti la rassegna iridata e cominciando la nuova stagione con un terzo posto. Il vantaggio sulla Germania in ottica Rio 2016 è di 19 punti e non si può abbassare la guardia. Ma c’è fiducia in Enrico Garozzo (ieri terzo nell’individuale), Paolo Pizzo, Marco Fichera e Andrea Santarelli. Ai sedicesimi sarà sfida al Brasile, poi probabilmente il Venezuela e l’eventuale quarto di finale contro la Corea del Sud seconda nel ranking Fie. Il tabellone. 

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Augusto Bizzi/Federscherma

Lascia un commento

Top