Salto con gli sci, Coppa del mondo: due posti, tanti pretendenti per la squadra maschile italiana. Curiosità per Insam

Schermata-2014-11-20-alle-20.17.20.png

Venerdì, con la prova di qualificazione da Klingenthal (Germania) prenderà il via la Coppa del mondo di salto con gli sci. Sull’HS 140 della località tedesca si presenteranno 4 atleti italiani (Sebastian Colloredo, Davide Bresadola, Alex Insam e Roberto Dellasega), attualmente gli atleti più competitivi di una squadra che finalmente sembra aver trovato profondità.

Con due soli posti a disposizione per le normali gare di Coppa del mondo (ovvero quelle in cui non è prevista una prova a squadre nell’arco del week-end) lo staff tecnico azzurro è chiamato a fare delle scelte riguardo i tanti atleti che potrebbero arrivare a risultati simili.

Per quanto visto nelle ultime stagioni Davide Bresadola dovrebbe essere un punto fisso nella squadra nazionale. Passato dalla combinata nordica al salto, nelle ultime stagioni è cresciuto in maniera importante, trovando una certa continuità di rendimento. Con un ulteriore step potrebbe entrare con costanza in zona punti.

Sebastian Colloredo, nonostante abbia solo un anno più di Bresadola, è il veterano della squadra. Inserito nel circuito di Coppa del mondo nell’ormai lontano 2006, viene da una stagione non facile in cui non è mai entrato tra i migliori 30 in CdM, un evento mai verificatosi nell’arco della sua carriera. Durante l’estate è riuscito a cogliere un secondo posto in Continental Cup e questo potrebbe dargli slancio in vista di un inverno che potrebbe ritrovarlo sui livelli di due-tre anni fa.

È in crescita, e viene dalla miglior stagione in carriera, Roberto Dellasega. Classe 1990, ha faticato a ritagliarsi i propri spazi nel circuito maggiore ma lo scorso anno ha conquistato il posto grazie a prestazioni solide raccogliendo anche 24 punti in Coppa. Durante l’estate non è parso brillantissimo ma ai campionati italiani è sembrato in ripresa chiudendo al secondo posto.

Davanti a lui un po’ a sorpresa il giovanissimo Alex Insam, non ancora 18enne ma pronto a debuttare in Coppa del mondo. Il gardenese è cresciuto di colpi negli ultimi mesi entrando addirittura tra i migliori 30 nella prova di Summer GP di Almaty e salendo sul podio in Continental Cup. Agli assoluti di Predazzo ha letteralmente sbaragliato la concorrenza trovandosi di fatto catapultato in prima squadra. Dovesse confermare quanto di buono fatto vedere, sarebbe un prospetto molto interessante in ottica futura.

Rischiano di risentire dell’esplosione di Insam Federico Cecon e Daniele Varesco. I due giovani atleti potrebbero faticare maggiormente a trovare posto in squadre dopo le esperienze fatte lo scorso anno anche nel circuito maggiore. D’altro canto, avere questo tipo di concorrenza con un altro atleta giovane potrebbe dare ad entrambi una spinta motivazionale importante. Chiudono la squadra Zeno di Leonardo, giovane ma ancora abbastanza lontano dal livello dei compagni di squadra, e Andrea Morassi che ancora fatica ad uscire dalla crisi tecnica che lo tiene lontanissimo dai livelli che aveva raggiunto tra il 2010 e il 2012, specialmente nelle gare di volo con gli sci.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

gianluca.santo@oasport.it

Twitter: Santo_Gianluca

Foto: Erlend Bjørtvedt

Lascia un commento

Top