Rugby – Pro12, ottava giornata: Zebre, un tempo non basta. Gli Scarlets vincono 20-12

Zebre_Rugby_Pagina_Facebook_Canna.jpg

Non basta un ottimo secondo tempo alle Zebre per espugnare il campo degli Scarlets nell’ottava giornata del Pro12. I bianconeri cedono con non pochi rimpianti per 20-12 ai gallesi in una partita contrassegnata dai tanti errori commessi da entrambe le squadre, condizionate anche dal meteo avverso. Decisivo il 17-0 dei padroni di casa con cui si è chiuso il primo tempo, che condanna gli italiani ad una sconfitta senza punto di bonus.

Si gioca con la compagnia di un vento fortissimo a Llanelli e contrario ai bianconeri nella frazione iniziale. Oltre alle raffiche, però, gli ospiti ci mettono molto del loro fin dalle prime battute, perdendo un paio di touche sanguinose che permettono agli Scarlets di contrattaccare a ripetizione. E al 7 Parkes ha già firmato la prima meta per i padroni di casa. Manici continua a steccare in rimessa, il gioco aereo è altrettanto deficitario (non solo a causa del vento) e all’11esimo arriva puntuale il 14-0 con Aled Davies. I parmensi sono anche grintosi e determinati in campo e nei placcaggi, ma la qualità dell’attacco gallese mette comunque in apprensione la retroguardia bianconera, che non riesce mai a liberare la metà campo. Al 21′ poi Thomas allunga sul 17-0. Le Zebre, a questo punto, cominciano pian piano a macinare gioco seppur con qualche difficoltà. La touche viene sistemata e le maul fanno male agli Scarlets, soprattutto nel finale di tempo: al 35′ un carrettino va oltre la linea di meta, ma senza schiacciare l’ovale. Sulla successiva mischia a cinque metri Van Schalkwyk prova ad andare da solo, ma il sudafricano si isola e l’occasione sfuma.

Nella ripresa c’è Violi per Burgess in regia e la musica cambia, perché con il giovane mediano le Zebre hanno un’altra consistenza e un altro ritmo. Van Zyl avrebbe una grande occasione per volare in meta, ma il sudafricano viene fermato irregolarmente senza palla: ci sarebbero gli estremi per un giallo, ma Clancy assegna solo il fallo. Sulla penaltouche seguente, al 49′ Van Schalkwyk sfrutta un’altra dirompente maul del pack e questa volta marca senza discussioni. Il pallino del gioco è in mano agli ospiti. Al 58′ Violi sembrerebbe marcare, ma Davies lo tiene alto e l’azione sfuma, ma l’arbitro punisce una pulizia irregolare precedente del seconda linea Paulino che viene ammonito. I bianconeri sfruttano subito la superiorità numerica: al 61′ dalla mischia all’interno nei 22 è sempre Van Schalkwyk ad uscire palla in mano e a marcare la personale doppietta per il 17-12. La gara è definitivamente riaperta, ma gli errori non mancano sia da una parte che dall’altra. Gli Scarlets provano a riaffacciarsi in avanti e avrebbero due ghiotte chance per chiudere il match al 66′ e al 71′, ma Shingler non trova per due volte i pali. Al terzo tentativo (dopo un’altra touche persa da Manici), però, il centro gallese mette dentro il calcio che non concede alle Zebre nemmeno il bonus difensivo.

Twitter: @panstweet

Foto: Pagina Facebook Zebre

Lascia un commento

Top