Pattinaggio di figura, Skate Canada 2015: dominio dei padroni di casa, Chan subito al top

Pattinaggio-Patrick-Chan-Skate-Canada-FB.jpg

Con tre vittorie su quattro eventi ed un terzo posto, i padroni di casa hanno decisamente dominato la seconda prova del Grand Prix di pattinaggio di figura, quella di Skate Canada. Ad impressionare più di tutti è stato certamente Patrick Chan, non perché non siano note le qualità del tre volte campione iridato, ma piuttosto per la sua capacità di tornare subito ai vertici dopo un anno di stop. L’atleta che a fine anno compirà venticinque anni sarà dunque pienamente della partita per gli appuntamenti più importanti della stagione, in particolare per i Campionati del Mondo, dove andrà alla ricerca del poker. Chan ha dunque mandato un messaggio molto chiaro a tutti i suoi rivali, in particolare a Yuzuru Hanyu, disastroso nel programma corto ma capace di riprendersi nella seconda metà di gara per ottenere la piazza d’onore. Bravo anche l’altro giapponese Daisuke Murakami, che dopo essersi trovato a sorpresa al comando del programma corto non ha potuto contrastare i suoi rivali più forti ma ha comunque ottenuto un ottimo terzo posto.

Eccellente anche la prestazione della coppia di artistico dei campioni del mondo Meagan Duhamel ed Eric Radford, che non si sono accontentati di andare a vincere, ma hanno dominato la prova con venticinque punti di vantaggio sugli avversari più prossimi. I canadesi, che lo scorso anno non ebbero rivali, sembrano destinati a dominare anche questa stagione, sebbene ancora debbano colmare cinque punti rispetto al risultato da best score dell’appuntamento iridato. Un vero peccato, invece, che gli azzurri Valentina Marchei ed Ondřej Hotárek non abbiano potuto competere al meglio: condizionati da un infortunio del pattinatore di origine ceca, i due hanno realizzato solamente il sesto punteggio nel corto ed hanno poi rinunciato al libero. Attendiamo dunque i prossimi appuntamenti per vederli al meglio, anche perché i canadesi Kirsten Moore-Towers e Michael Marinaro hanno ottenuto il terzo posto con un punteggio già realizzato da Marchei / Hotárek. Secondi si sono invece classificati i medagliati di bronzo degli ultimi Europei, i russi Evgenia Tarasova e Vladimir Morozov.

Il Canada ha poi ottenuto il successo anche nella competizione di danza, dove Kaitlyn Weaver ed Andrew Poje si sono imposti sia nella short dance che nella free dance. I medagliati di bronzo mondiale, nonostante un punteggio ancora distante da quelli fatti vedere lo scorso anno, si propongono ancora una volta come una delle coppie protagoniste del panorama internazionale, rispondendo agli statunitensi Madison Chock ed Evan Bates, vincitori a Skate America. Prove solide per i fratelli Maia ed Alex Shibutani, secondi, e per i russi Ekaterina Bobrova e Dmitri Soloviev, terzo. Ottima prestazione anche per la coppia azzurra Charlène Guignard / Marco Fabbri, che pur restando a dodici punti dal proprio best score ha chiuso quarta, lanciando così la propria stagione, anche se resta il rimpianto per un terzo posto che, punteggi alla mano, non era irraggiungibile.

Infine, la statunitense Ashley Wagner ha marcato punti importanti nel settore femminile, tornando alla vittoria in una tappa del Grand Prix dopo il Trophée Bompard 2013. Va però detto che la pattinatrice a stelle e strisce ha approfittato del corto disastroso della campionessa mondiale in carica, la russa Elizaveta Tutkamysheva, che s è poi ripresa vincendo il libero e rimontando dalla settima alla seconda posizione. L’impressione è che la diciottenne sia ancora superiore alle avversarie, naturalmente a patto di non commettere errori come quelli dello short program di Lethbridge. Il Giappone conferma poi la sua ottima tradizione al femminile, con il podio di Yuka Nagai ed il quarto posto di Kanako Murakami, a dimostrazione della grande quantità di pattinatrici di alto livello.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Skate Canada / Patinage Canada(Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top