Pattinaggio di figura, Rostelecom Cup 2015: festival azzurro a Mosca

cappellini-lanotte-lucarenoldi-photo-pattinaggio.jpg

La Rostelecom Cup 2015 arriva una settimana dopo il Trophée Éric Bompard di Bordeaux, decurtato del programma libero in seguito ai nefasti avvenimenti della capitale francese, Parigi. A Mosca, per la quinta tappa del Grand Prix, i pattinatori tenteranno di far tornare lo sport in primo piano, con gli italiani che saranno protagonisti in tutte le gare.

Per gli appassionati italiani, la prova da non perdere sarà sicuramente quella della danza, con Anna Cappellini e Luca Lanotte, vincitori della Cup of China, che avranno la possibilità di convalidare il loro biglietto per la finale di Barcellona. I loro principali avversari saranno i canadesi Kaitlyn Weaver ed Andrew Poje, a loro volta trionfatori della prova casalinga a Lethbridge ed alla ricerca della qualificazione per l’atto conclusivo di dicembre. Proveranno a lottare per il podio anche le coppie russe, in particolare Elena Ilinykh / Ruslan Zhiganshin e Victoria SInitsina / Nikita Katsalapov, mentre per l’altra coppia italiana, quella composta da Charlène Guignard e Marco Fabbri, sarà difficile fare meglio del quarto posto di Skate Canada, ma potrebbero arrivare soddisfazioni per quanto riguarda i punteggi.

Dopo l’esordio stagionale con vittoria a Pechino, il campione europeo e mondiale Javier Fernández avrà una nuova possibilità di dimostrare la sua forza. Lo spagnolo, del resto, ha già vinto questa gara un anno fa, mentre nel 2013 fu terzo, a dimostrazione del suo ottimo feeling con il ghiaccio russo. Difficile pensare che qualcuno possa impensierire il pattinatore madrileno per la vittoria, mentre potrebbe esserci grande battaglia per il podio: i padroni di casa puntano su Sergei Voronov, medagliato nelle ultime due edizioni degli Europei, e sul giovane Adian Pitkeev, classe 1998, ma sarà da seguire anche lo statunitense Adam Rippon, mentre una sorpresa potrebbe arrivare dal canadese di origine vietnamita Nam Nguyen, campione mondiale junior nel 2014 e quinto lo scorso anno nella competizione iridata senior. A Mosca tornerà sul ghiaccio anche il giapponese Takahiko Kozuka, mentre per l’Italia sarà presente Ivan Righini: nella sua città natale, l’italo-russo sarà chiamato a fare meglio del decimo posto di Pechino.

Valentina Marchei ed Ondřej Hotárek saranno tra i protagonisti delle coppie di artistico, con l’obiettivo di cancellare la prova non completata nella loro prima partecipazione al Grand Prix. I quarti classificati degli ultimi Europei dovranno però vedersela con i padroni di casa Yuko Kavaguti ed Alexander Smirnov, che vincendo la Cup of China nel covo delle fortissime coppie cinesi si sono meritati i galloni di favoriti per Mosca. Oltre ai veterani campioni europei in carica, la Russia schiererà anche Ksenia Stolbova e Fedor Klimov, che invece nella competizione continentale furono secondi. La lotta per il podio coinvolgerà certamente anche i cinesi Peng Cheng e Zhang Hao, che chiusero ai piedi del podio nella competizione iridata della passata stagione.

Il settore femminile ritroverà a Mosca la diciannovenne Adelina Sotnikova, discussa campionessa olimpica che lo scorso anno decise di non gareggiare. L’eroina locale dovrà dimostrare di essere in grado di onorare il titolo vinto a Sochi, ma per farlo dovrà innanzi tutto battere le connazionali Elena Radionova, già medagliata europea e mondiale, ed Evgenia Medvedeva, campionessa mondiale junior in carica. Ad evitare il podio tutto russo potrebbero provarci la giapponese Rika Hongo, reduce dal secondo posto di Pechino, e la statunitense Polina Edmunds, che invece deve cancellare il deludente sesto posto di Skate Canada. Dopo l’incredibile terzo posto del corto a Bordeaux, con tanto di nuovo record personale (58.51), Roberta Rodeghiero sarà chiamata a confermare questo risultato, magari aggiungendo anche un libero degno di nota, come non ha potuto invece fare in Francia per le già note cause.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: LUCA RENOLDI PHOTO – www.lucarenoldiphoto.com

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top