Pattinaggio di figura, Cup of China 2015: Fernández e gli altri protagonisti di Pechino. Torna Asada

Pattinaggio-Javier-Fernandez-FB.jpg

Venerdì 6 e sabato 7 novembre, Pechino ospiterà la Cup of China 2015, terza prova del Grand Prix di pattinaggio di figura 2015/2016. La tappa asiatica vedrà ancora grandi protagonisti sul ghiaccio, fra medagliati iridati e due presenze azzurre.

Leggi anche:
* Programma, orari e tv
Dove può arrivare Ivan Righini?
* Obiettivo finale per Anna Cappellini e Luca Lanotte

L’attesa principale sarà per l’esordio stagionale del campione europeo e mondiale, lo spagnolo Javier Fernández, che dopo aver dominato il panorama continentale per tre anni consecutivi ha ottenuto la consacrazione assoluta vincendo anche uno storico titolo iridato per il suo Paese. Il madrileno, che come lo scorso anno avrà la possibilità di disputare la finale di Grand Prix in casa (nel 2014 fu secondo), avrà tra i suoi principali sfidanti il russo Sergei Voronov, atleta esperto che ha già dimostrato di poter competere ai massimi livelli quando non commette errori, vincendo il bronzo sia alla finale di Barcellona che agli Europei nella passata stagione. Una sorpresa potrebbe arrivare dall’uzbeko Misha Ge, sesto degli ultimi Mondiali, senza dimenticare il cinese Han Yan, terzo classificato ai Four Continents. Naturalmente gli appassionati italiani seguiranno con grande attenzione Ivan Righini, che proverà ad andare all’attacco dei propri primati personali.

Anna Cappellini e Luca Lanotte punteranno con decisione al podio della gara di danza, con il secondo posto come obiettivo necessario per avvicinare la finale di Barcellona. La coppia azzurra, intenta a cancellare il Grand Prix negativo della passata stagione, dovrà sfidare le lame dei forti statunitensi Madison Chock ed Evan Bates, già vincitori della prova casalinga di Skate America. I vicecampioni mondiali saranno i favoriti della competizione, e con un successo (ma anche con un secondo posto), diventerebbero i primi qualificati ufficiali alla finale di Grand Prix. Da seguire anche i russi Elena Ilinykh e Ruslan Zhiganshin, già finalisti l’anno scorso alla loro prima stagione insieme ed intenti a migliorare quel risultato. Sarà sul ghiaccio anche la milanese Federica Testa, come al solito intenta a rappresentare la Slovacchia con il compagno Lukáš Csölley.

Dopo un anno di stop, il circuito femminile ritroverà una delle sue grandi protagoniste storiche, la giapponese Mao Asada, due volte campionessa mondiale e medagliata d’argento a Vancouver 2010. Grande avversaria di Carolina Kostner, la venticinquenne ritroverà il ghiaccio proprio in Cina, dove sfiderà le russe Anna Pogorilaya ed Elena Radionova, obbligate ad andare almeno sul podio per rispondere alle prestazioni delle connazionali che hanno gareggiato a Skate America e Skate Canada. La sfida russo-giapponese vedrà all’opera anche una seconda nipponca, Rika Hongo, recente vincitrice del Finlandia Trophy, diciannovenne che vanta già un sesto posto nella competizione iridata e la finale di Grand Prix disputata lo scorso anno.

Per le coppie di artistico ritroveremo all’opera i veterani russi Yuko Kavaguti ed Alexander Smirnov, campioni europei in carica, che dovranno però incrociare le lame con i vicecampioni mondiali e padroni di casa Sui Wenjing / Han Cong. I cinesi, già vincitori a Skate America, torneranno alla Cup of China ben cinque anni dopo la loro ultima partecipazione, ed il loro obiettivo sarà la vittoria. Come Chock / Bates nella danza, anche la coppia asiatica potrebbe convalidare il proprio pass per la finale ottenendo un primo o un secondo posto. La Cina schiererà anche i campioni mondiali junior Yu Xiaoyu e Jin Yang, mentre potremo vedere all’opera la russa Lubov Iliushchenkina, passata sotto la bandiera canadese dopo aver deciso di fare coppia con Dylan Moscovitch.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Javier Fernández (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top