Pattinaggio artistico, Trophée Bompard 2015: Rodeghiero da record, è terza nel corto

roberta-rodeghiero-luca-renoldi-photo-pattinaggio.jpg

Il programma corto femminile ha aperto l’edizione 2015 del Trophée Éric Bompard, quarta tappa del Grand Prix 2015/2016 di pattinaggio di figura. La competizione francese si tiene per il secondo anno consecutivo a Bordeaux, confermata come sede della prova dopo il successo dell’anno scorso, quando subentrò a Parigi per l’organizzazione dell’evento.

Tra le grandi protagoniste della giornata c’è certamente stata l’azzurra Roberta Rodeghiero, venticinquenne lombarda che ha realizzato decisamente la prestazione più bella della sua carriera. Arrivata in Francia con un primato di 53.19, stabilito ad inizio stagione in quel di Bratislava (Slovacchia), Rodeghiero ha migliorato il suo best score di oltre cinque punti, portandolo a 58.81 punti, con 32.77 di tecnico e 26.04 di components. Una prestazione difficilmente immaginabile fino a poche ore prima della competizione, che l’ha proiettata in terza posizione, davanti ad un’atleta affermata come la giapponese Kanako Murakami, che si è fermata in quarta piazza con 58.30 punti. Come se non bastasse, quando l’azzurra sembrava destinata ad arrivare quarta, la campionessa mondiale ed europea Elizaveta Tuktamysheva (Russia) ha commesso un errore tale da farla scivolare al quinto posto con 56.21 punti, nonostante il secondo miglior punteggio nei components (30.66)

Davanti alla pattinatrice italiana, dunque, si sono classificate solamente le due atlete che al momento occupano i gradini più elevati del podio provvisorio. Al comando della classifica del corto troviamo la statunitense Gracie Gold, che ha a sua volta stabilito un nuovo primato personale a quota 73.32 punti, migliorandosi di due punti rispetto alla prova a squadre degli scorsi Mondiali. La seconda classificata di Skate America è risultata essere decisamente la migliore sia nel punteggio tecnico (39.30 punti) che nelle componenti del programma (34.02). La seconda posizione è invece occupata da una ritrovata Julia Lipnitskaia, anche lei russa, che, seppur lontana dai livelli che le valsero il titolo europeo del 2014, ha ottenuto un buon 65.63, con 35.06 punti di tecnico e 30.57 di components.

Domani, dunque, è prevista una grande lotta per il programma libero, anche se Gracie Gold sembra aver ipotecato la vittoria con i quasi otto punti di vantaggio accumulati oggi su Lipnitskaia. Da seguire sarà la rimonta di Tuktamysheva, che già a Skate Canada aveva ottenuto solamente il settimo posto nel corto per poi realizzare il miglior libero e chiudere in seconda posizione nella classifica finale. Per Rodeghiero, nonostante la grande prestazione di oggi, il podio sembra un’impresa molto difficile, ma un piazzamento tra le migliori cinque, magari aggiornando anche il proprio record nel free program, sembra essere un obiettivo più che mai plausibile.

FPl. Name Nation Points SP FS
1 Gracie GOLD
USA
73.32 1
2 Julia LIPNITSKAIA
RUS
65.63 2
3 Roberta RODEGHIERO
ITA
58.81 3
4 Kanako MURAKAMI
JPN
58.30 4
5 Elizaveta TUKTAMYSHEVA
RUS
56.21 5
6 Gabrielle DALEMAN
CAN
55.35 6
7 Angelina KUCHVALSKA
LAT
53.68 7
8 Angela WANG
USA
53.60 8
9 Haruka IMAI
JPN
47.87 9
10 Brooklee HAN
AUS
47.65 10
11 Mae Berenice MEITE
FRA
46.82 11
12 Laurine LECAVELIER
FRA
46.53 12

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: LUCA RENOLDI PHOTO – www.lucarenoldiphoto.com

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top