Pallanuoto, A1: i giovani più interessanti di questa prima fase. Da Alesiani a Manzi

11428545_10206908881897686_8214091319323832579_n.jpg

Si susseguono gli incontri tra campionato, Coppe Europee e Nazionale per la pallanuoto. Vogliamo trarre un breve bilancio di questo inizio di stagione, andando a vedere i giovani azzurri che si sono espressi meglio, in chiave presente e futura per il Settebello.

Sembra quasi vano citare Alessandro Velotto, difensore della Canottieri Napoli, classe ’95, già protagonista a Europei e Mondiali con la calottina azzurra. Sempre eccellente il suo lavoro in retroguardia, sembra quasi certa la presenza a Belgrado per la competizione continentale. Un altro che è riuscito a raggiungere il Settebello è Jacopo Alesiani: l’attaccante della RN Savona, già noto agli addetti ai lavori da anni, ieri ha esordito in World League, riuscendo anche a segnare contro la Turchia. Da segnalare anche Umberto Esposito, coetaneo e compagno di squadra di Velotto, che ieri ha disputato la sua prima partita in nazionale.

Altro ventenne è Roberto Ravina, davvero performante in questa prima parte di annata assieme alla sua RN Bogliasco. Scendendo con l’età invece possiamo andare a vedere le prestazioni di Edoardo Di Somma (classe ’96), già nel giro della Nazionale e titolare inamovibile della Sport Management. Chiudiamo con due giovanissimi: Edoardo Manzi e Giacomo Cannella. Il primo (non ancora maggiorenne) gioca con la neopromossa RN Sori ed è già a quota 16 reti in campionato. Il secondo, appena diciottenne, è un attaccante della Lazio ed ha siglato 14 reti nella massima serie.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui per mettere “Mi piace” a Pallanuoto Italia

gianluca.bruno@oasport.it

Foto: Christophe Raux-Casals

Lascia un commento

Top