Nuoto, Europei vasca corta Netanya 2015: tempi alla mano, quante medaglie per l’Italia?

oa-logo-correlati.png

Continua l’avvicinamento agli Europei di nuoto in vasca corta, previsti dal 2 al 6 dicembre a Netanya (Israele). Nei giorni scorsi abbiamo presentato le ambizioni della squadra italiana, guardando prima al femminile e poi al maschile, e oggi è il momento di prendere i mano i vari tempi stagionali e provare e tracciare un’anteprima di quella che sarà la manifestazione continentale in ottica azzurra.

Purtroppo i vari ranking della Fina e dei due siti di riferimento Swimvortex e SwimSwam non ci sono troppo d’aiuto, essendo incompleti o addirittura non ancora aggiornati per la nuova stagione dei 25 metri. Anche le start list pubblicate nei giorni scorsi dalla Len non rispecchiano al meglio la prima parte dell’anno, perché per alcuni atleti sono indicati come tempi d’ingresso quelli ottenuti ai Mondiali di Doha del dicembre 2014.

Confrontando quel si recupera dalle varie classifiche con i tempi ottenuti dagli italiani in quest’ultimo mese e mezzo, il bottino conclusivo dovrebbe raggiungere la doppia cifra, ma le 14 medaglie dell’ultima edizione – Herning 2013 – non sono così semplici da ripetere. Molto dipenderà dalle staffette, sei in tutto di cui due miste uomini/donne, e come sempre in queste gare i pronostici si possono ribaltare dalla mattina al pomeriggio in virtù dei tanti cambi di formazione che i vari ct sono soliti compiere in base alle finali individuali da disputare.

Quanto alle singole specialità, la già citata assenza del francese Florent Manaudou suona come manna dal cielo per il velocista Marco Orsi, che ha davanti a sé l’occasione per migliorare i risultati degli anni recenti nei 50 e nei 100 stile libero. E, in questo caso, miglioramento vorrebbe dire oro. Ultimamente il Bomber di Budrio ha caricato proprio in vista degli Europei: a metà ottobre ha nuotato i 50 sl in 21”30 a Riva del Garda, mentre a inizio novembre si è imposto con 46”98 nei 100 sl di Bolzano. 21”53, invece, il crono di Massarosa, in un meeting in cui la priorità è andata ai 50 farfalla e ai 100 misti, entrambi vinti con i nuovi record italiani di 23”09 e 52”15.

CLICCA PAGINA 2 PER CONTINUARE A LEGGERE L’ARTICOLO

Lascia un commento

Top