Nuoto, Europei vasca corta 2015: gli ultimi qualificati dell’Italia

Fabio-Scozzoli-nuoto-foto-dubaiblog-con-autorizzazione-2.jpg

L’Italnuoto per gli Europei 2015 in vasca corta che si svolgeranno a Netanya (Israele) dal 2 al 6 dicembre è pressoché decisa. I meeting autunnali delle ultime settimane hanno aumentato il contingente azzurro e, ai già qualificati grazie ai risultati dei Mondiali di Kazan, dei Categoria di Roma, dei Mondiali giovanili di Singapore e delle Universiadi di Gwangju, si sono aggiunti otto atleti in grado di scendere sotto il tempo limite richiesto dalla Fin. Altri ancora, come scrive Stefano Arcobelli de La Gazzetta dello Sport nel suo blog Questione di stile, potrebbero essere infine convocati per completare le staffette.

PASS DIRETTO – I primi sono stati Fabio Scozzoli, Federico Bocchia e Alessia Polieri in Romagna. Il recupero del ranista fa ben sperare in ottica futura, ma il medagliato mondiale di Shanghai 2011 non sembra ancora fiducioso come prima dell’infortunio al ginocchio. Con il King Shark la velocità pura è sempre più appassionante, mentre la delfinista ha poi trascinato Stefania Pirozzi, reduce da un 2015 ricco di problemi e determinata a riscattarsi. Lo stesso vale per il suo fidanzato, quel Gabriele Detti che da sempre è il gemello di Gregorio Paltrinieri. L’emiliano si è ormai imposto a status di fuoriclasse, il toscano è stato bloccato da una maledetta infezione e ora prova a ripartire. L’amore fa bene anche a Ilaria Scarcella: da quando si parla della sua storia con Matteo Rivolta – tra i migliori nell’avvicinamento a Netanya con tre record italiani – è una ranista totalmente ritrovata. Come ritrovata, del resto, è Luisa Trombetti, sotto il tempo limite nelle due specialità dei misti. Erica Musso, argento mondiale nella 4×200 sl, ha abbassato di circa sei secondi il suo personale nei 400 sl ed è stata l’ultima in ordine cronologico.

INTEGRAZIONI – Ma, pur senza il crono richiesto, non è da escludere che il ct Cesare Butini allarghi ulteriormente la formazione per sfruttare la rassegna continentale come fabbrica d’esperienza per i più giovani. Si potrebbe così arrivare a un gruppo di 30/35 unità, con gli inserimenti di Federico Bussolin (primo a Massarosa nei 200 farfalla in 1’54”25) e di Valerio Coggi, terzo nei 200 sl e possibile carta per la staffetta argento a Doha 2014 ma in piena crisi d’identità e risultati.

ASSENZE – Nei giorni scorsi, ai microfoni di Rai Sport, Butini ha rivelato che in Israele non ci saranno Luca Dotto e Arianna Castiglioni, con i quali lo staff federale sta impostando un lavoro mirato verso Rio 2016. Le parole di Federica Pellegrini, preoccupata per la situazione in Europa dopo gli attentanti in Francia, potrebbero inoltre portare a un forfait di lusso. Nei prossimi giorni sarà stilato l’elenco ufficiale dei convocati e ogni dubbio verrà risolto. Al momento pare improbabile un cambio di sede: non esiste un collegamento diretto tra Isis e Israele, dove piuttosto i timori sono incentrati sul conflitto con la Palestina che va avanti ormai da 70 anni, e mancano soltanto tre settimane all’evento.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace per restare sempre aggiornato sul mondo del nuoto italiano

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Dubaiblog.com

Lascia un commento

Top