MotoGP, le speranze mondiali di Valentino Rossi: rimonta furibonda, Honda, errori Lorenzo e….

Valentino-Rossi-Assen-FOTOCATTAGNI.jpg

Abbiamo già visto come l’impresa sia ai limiti dell’impossibile. Tuttavia, esiste ancora un barlume di speranza per Valentino Rossi. In percentuale, potremmo dire che il Mondiale MotoGP al 90% sarà di Jorge Lorenzo e al 10% per l’italiano.

Vediamo nello specifico quali eventi dovrebbero verificarsi per regalare il titolo all’italiano.

RIMONTA FURIBONDA: i più ottimisti, tra cui Loris Capirossi, ritengono che in un giro Rossi possa ritrovarsi decimo, avendo recuperato dunque ben sedici posizioni! Un’ipotesi, francamente, molto ottimistica. In ogni caso, il 36enne di Tavullia dovrà sbarazzarsi il più velocemente possibile degli avversari più lenti e raggiungere, se possibile, la quarta posizione. A quel punto, in considerazione del distacco accumulato e delle tornate mancanti, provare un difficilissimo ricongiungimento con i primi. Rossi ha bisogno di un secondo posto per essere certo di laurearsi campione. Quella della rimonta fino alla piazza d’onore resta oggettivamente l’eventualità meno realizzabile in condizioni normali (ovvero senza cadute altrui).

DOPPIETTA HONDA: dopo quanto accaduto nelle ultime settimane, paradossalmente il Dottore dovrà fare il tifo per Marc Marquez! Un’eventuale vittoria dell’iberico davanti al compagno di squadra Daniel Pedrosa (o viceversa), oltre a relegare Lorenzo sul terzo gradino del podio, consentirebbe al marchigiano di imporsi con un sesto posto all’arrivo. Il Lorenzo visto nelle prove, con un passo gara impressionante e di circa un paio di decimi migliore dei connazionali, lascia tuttavia pochissimo adito ad una soluzione di questo tipo.

ERRORE DI LORENZO: non sarà molto sportivo da dire, ma Valentino beneficerebbe di eventuali errori del rivale. Partenza anticipata, lungo nella ghiaia che fa perdere diverse posizioni, cadute, etc. La pressione porterà l’iberico a sbagliare? Difficile da credere, considerando che tra ieri ed oggi ha mostrato una solidità mentale invidiabile.

ERRORE DI UN PILOTA HONDA E SECONDO POSTO DI LORENZO: sappiamo bene che, in caso di arrivo a pari punti, sarebbe Lorenzo a trionfare grazie al maggior numero di successi stagionali (6 contro 4). A Rossi, dunque, non basterebbe arrivare quarto se lo spagnolo chiudesse secondo. Qualora Marquez (o Pedrosa) dovesse vincere davanti al maiorchino, al centauro del Bel Paese servirebbe arrivare terzo. Piazzamento arduo da arpionare, salvo errori da parte di chi lo precede (in sostanza uno tra Marquez e Pedrosa dovrebbe sbagliare o avere un ritmo così lento da far rientrare l’italiano).

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

FOTOCATTAGNI

federico.militello@oasport.it

Lascia un commento

Top