MotoGp: il titolo si assegna a Valencia? Mondiale sub judice: il TAS potrebbe cambiare tutto

Valentino-Rossi-MotoGP-FOTOCATTAGNI-2.jpg

La procedura d’arbitraggio è tutt’ora in corso e una decisione in merito sarà presa successivamente“: con queste sibilline parole si chiude il comunicato stampa del TAS di Losanna circa la vicenda di Valentino Rossi e della sua penalità per il Gran Premio di Valencia. Una frase che potrebbe determinare anche l’assegnazione del titolo iridato, qualora il Tribunale Arbitrale dello Sport decidesse di emettere una nuova sentenza che vada a modificare le scelte della FIM (Federazione Internazionale di Motociclismo).

In pratica, il TAS ci informa di aver respinto la richiesta di sospensione della pena da parte di Valentino Rossi, che dunque partirà come previsto dall’ultima fila sul circuito spagnolo, ma non si è ancora espressa sulla richiesta dello stesso centauro italiano di annullare la stessa decisione della FIM, in quanto l’organo giuridico non ha reputato la questione “urgente“.

Dunque, quali scenari si prospettano? Il primo, è quello di una vittoria del Mondiale da parte di Jorge Lorenzo con il TAS che decide di annullare la penalità inflitta al Dottore, imponendo dunque la clamorosa necessità di ripetere la gara. La seconda, invece, potrebbe vedere un Mondiale vinto da Rossi con il TAS che decide addirittura di inasprire la pena sportiva, consegnando il titolo a tavolino nelle mani di Lorenzo. Tutto questo resta naturalmente poco probabile, ma certamente avremmo preferito una sentenza definitiva prima del week-end di gara.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: FOTOCATTAGNI

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top