MotoGP: Alex De Angelis sostiene Valentino Rossi senza credere al complotto

1798791_10205719452136974_5325158821606500256_n.jpg

A poche settimane dal suo rientro in Italia, dopo il bruttissimo incidente che l’ha visto protagonista nel turno di prove libere 3 a Motegi (Giappone), Alex De Angelis, dopo un lungo ricovero in Ospedale in Giappone e ora a San Marino, vuol dire la sua, intervistato da Rtv San Marino,  in merito all’argomento più caldo dell’ultima settimana cioè il confronto Valentino Rossi-Marc Marquez: “Non ho visto le immagini, solo le foto. Un complotto, però, nel nostro mondo mi suona un po’ strano – chiarisce il pilota sammarinese – Che un pilota possa vedere meglio o peggio un altro succede anche nella vita di tutti i giorni, ci può stare che Marquez voglia fare un dispetto a Valentino. Mi fa più strano pensare invece che si sia messo d’accordo con Lorenzo“.

Su quello che potrebbe accadere a Valencia, De Angelis si schiera a favore di Valentino Rossi: “Le gare possono cambiare da un giro all’altro, la tensione sarà tantissima e potrebbe piovere. Forza Valentino!”. Sulle sue condizioni di salute e i programmi delle prossime settimane Alex ha precisato:Sono ormai un pilota esperto, il nostro lavoro è pericoloso ma lo facciamo con il cuore. Non posso fare nient’altro che rimettermi al lavoro. Come ho già fatto: ieri sono stato dimesso dall’ospedale e già oggi ero in palestra, voglio tornare in moto, in sella il prima possibile. Tutti i dottori, rispetto a quello che leggono sui referti, mi vedono molto meglio e questo mi fa piacere. Cammino già sulle mie gambe, questa mattina ho fatto mezz’ora di cyclette e piano piano torneremo alla vita normale. L‘obiettivo è rimettermi al 100% in vista dei primi test invernali di febbraio e se fra una settimana starò meglio, prenderò il volo per Valencia e mi consulterò anche coi medici della clinica mobile.” 

Sui ricordi che gli sono rimasti dell’incidente nel corso delle libere del GP del Giappone, Alex ha spiegato: “Non mi ricordo assolutamente niente, ho rimosso dalla memoria tre giorni. Non è il primo incidente brutto che faccio e anche se dovessi ricordarlo, non mi fermerebbe. Poi ci sono stati giorni difficili, il dolore è stato tanto, specie quando hanno cominciato a calare le dosi dei medicinali. Quasi nessuno poi parlava inglese, le giornate erano lunghe e dolorose, quasi infinite”.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

giandomenico.tiseo@oasport.it

Immagine: profilo FB Alex De Angelis

Twitter: @Giandomatrix

One thought on “MotoGP: Alex De Angelis sostiene Valentino Rossi senza credere al complotto”

  1. ufobm scrive:

    Dai Alex, rimettiti presto! Riguardo alla vicenda, bisogna essere proprio complottisti per immaginare un accordo tra Marquez e Lorenzo, due “nemici” per natura…

Lascia un commento

Top