Judo: l’Italia è un Paese di Under 23. Basile ed Esposito talenti veri

Judo-Fabio-Basile2.jpg

Anche nell’edizione di Bratislava 2015, i Campionati Europei Under 23 si sono confermati come un torneo che riesce particolarmente bene agli italiani. Con le sue cinque medaglie (un oro, un argento e tre bronzi) la squadra azzurra ha infatti chiuso in terza posizione nel medagliere finale della competizione, alle spalle di Russia e Germania, entrambe vincitrici di tre titoli. Nel medagliere storico della manifestazione continentale di categoria, l’Italia occupa invece un’ottima sesta posizione, con dieci medaglie d’oro e ben quarantacinque podi conquistati sin dalla prima edizione, quella di Erevan 2003, in Armenia.

Come spiegare le grandi prestazioni dell’Italia agli Europei Under 23, spesso in contrasto con quelle della categoria senior? Innanzi tutto, gli ultimi campioni continentali della categoria (Fabio Basile quest’anno, Antonio Esposito e Domenico Di Guida nel 2014 in Polonia) sono atleti che ancora non hanno espresso il loro massimo potenziale a livello senior. Di questi tre, solamente Di Guida ha avuto la possibilità di partecipare a grandi competizioni (Europei e Mondiali), essendosi già imposto come miglior 100 kg italiano, mentre Basile ed Esposito hanno da poco disputato il loro primo Grand Slam a Parigi. Non va dimenticato, poi, l’apporto di Odette Giuffrida, oramai pilastro inamovibile della nazionale italiana senior, assente quest’anno per infortunio ma medagliata di bronzo nelle quattro edizioni precedenti, fatto che fa di lei una delle atlete con più medaglie nella storia della competizione (il record di cinque appartiene alle ungheresi Abigél Joó e Bernadett Baczkó). Lo stesso Di Guida può vantare tre podi, con due bronzi che hanno fatto da antipasto al titolo della passata edizione.

D’altro canto, va sottolineato come quella Under 23 sia una categoria del tutto particolare, visto che gli Europei sono l’unico torneo internazionale a prevederla. Molti dei protagonisti sono atleti abituati a combattere contro i senior, ai quali si aggiungono alcuni emergenti junior che tentano, anche con successo, di confrontarsi con judoka più affermati. Senza nulla togliere ai vincitori delle medaglie, poi, va detto anche che alcuni atleti Under 23 che già hanno un palmarès importante tra i senior scelgono di non partecipare, mentre nelle ultime due edizioni è mancata totalmente la nazionale francese.

Dopo aver festeggiato meritatamente le medaglie Under 23, dunque, sarà tempo di rimettersi al lavoro affinché questi titoli si trasformino in risultati importanti anche da senior: Basile ed Esposito, che dopo il titolo dell’anno scorso ha ottenuto anche l’argento a Bratislava, hanno dimostrato di essere in possesso di un judo aggressivo e brioso, caratteristiche che spesso sono mancate in casa Italia, oltre che di un ottimo bagaglio tecnico. Si tratta dunque di talenti che vanno assolutamente coltivati, perché far appassire dei potenziali campioni sarebbe un vero e proprio delitto sportivo. Già a Parigi hanno dimostrato entrambi di poter rappresentare degnamente l’Italia in contesti di livello assoluto: siamo certi che dal 2016 potremo dunque seguirli più frequentemente tra i “big” per capire quali sono le loro reali possibilità.

MEDAGLIERE

#

PAESE

O

A

B

TOT

1.

Russia (RUS)

3

1

3

7

2.

Germania (GER)

3

0

2

5

3.

Italia (ITA)

1

1

3

5

4.

Ucraina (UKR)

1

1

1

3

5.

Polonia (POL)

1

0

5

6

6.

Ungheria (HUN)

1

0

4

5

7.

Slovenia (SLO)

1

0

0

1

8.

Serbia (SRB)

1

0

0

1

9.

Repubblica Ceca (CZE)

1

0

0

1

10.

Gran Bretagna (GBR)

1

0

0

1

11.

Croazia (CRO)

0

5

1

6

12.

Paesi Bassi (NED)

0

1

3

4

13.

Azerbaijan (AZE)

0

1

2

3

14.

Bielorussia (BLR)

0

1

1

2

15.

Israele (ISR)

0

1

0

1

16.

Bulgaria (BUL)

0

1

0

1

17.

Bosnia Erzegovina (BIH)

0

1

0

1

18.

Spagna (ESP)

0

0

2

2

19.

Finlandia (FIN)

0

0

1

1

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top