Judo, Grand Prix Qingdao 2015: Maddaloni di nuovo escluso, vola a Mauritius. Nuovo forfait per Giuffrida

Judo-Marco-Maddaloni-EJU.jpg

Dal 20 al 22 novembre si terrà il Grand Prix di Qingdao 2015, in Cina, prima tappa della tournée orientale del circuito mondiale di judo. L’Italia sarà presente alla competizione con una compagine numerosa, soprattutto al maschile, dove sono stati convocati dieci elementi. Come avvenuto in passato, dobbiamo sottolineare doverosamente la nuova assenza di Marco Maddaloni dalla categoria 73 kg, dove l’Italia schiererà un Andrea Regis in crisi di risultati dopo l’infortunio ed un Enrico Parlati che sta cercando di risalire le gerarchie nazionali. Come abbiamo sottolineato altre volte, in questa disputa non vogliamo prendere le parti di nessun judoka, ma ci piacerebbe che tutti potessero giocarsi le proprie carte sul tatami e non sui tavoli della politica sportiva. La nuova esclusione del judoka campano, che aritmeticamente sarebbe ancora in corsa per Rio, staccato di poche lunghezze da Regis, non fa altro che confermare la nostra ipotesi: Marco sta pagando le conseguenze della ferita che si è aperta prima dei Mondiali tra la federazione e la sua famiglia, e lo sta facendo al prezzo più caro, quello di veder svanire per motivi non sportivi il sogno olimpico.

Il judoka partenopeo sarà dunque costretto a prendere l’aereo verso destinazioni esotiche, per partecipare – a spese completamente proprie – all’African Open di Port Louis (Mauritius) ed all’Oceania Open di Wollongong (Australia), che si terranno nei prossimi due fine settimana. Naturalmente va tenuto conto che, anche in caso di podio, Maddaloni rischia di conquistare meno punti dei suoi avversari, visto che il Grand Prix regala 300 punti al vincitore contro i cento di un Continental Open.

Per il resto, segnaliamo la presenza di Matteo Piras (66 kg), che affiancherà Elio Verde e che potrà giocarsi la sua possibilità come è già accaduto per Antonio Esposito e Fabio Basile. Tornando in squadra anche Massimiliano Carollo, che sarà presente insieme al solito Antonio Ciano tra gli 81 kg, e Luca Ardizio, che accompagnerà un Domenico Di Guida in grande ascesa tra i 100 kg. Dopo i podi di European Cup ed European Open, torna in una grande competizione del circuito mondiale anche Alessio Mascetti (+100 kg), che oramai sembra essersi messo definitivamente alle spalle i problemi fisici.

Al femminile, con Edwige Gwend che si prenderà un turno di riposo, gli occhi saranno puntati su Valentina Moscatt (48 kg), che deve assolutamente fare punti per tornare a far parte delle qualificate virtuali a Rio 2016. Tenteranno di risalire i rankig anche Giulia Quintavalle (57 kg) e Giulia Cantoni (70 kg), mentre non ha ancora recuperato dall’infortunio Odette Giuffrida (52 kg), che pur figurando tra le convocate ci ha già fatto sapere che non tornerà prima del Grand Prix di Jeju, previsto in Corea del Sud a partire dal 26 novembre. In dubbio anche Assunta Galeone (78 kg), dopo il recente infortunio al ginocchio che l’ha costretta a rinunciare al Grand Slam di Abu Dhabi.

CONVOCATI GRAND PRIX QINGDAO 2015

Uomini: Elio Verde (66 kg), Matteo Piras (66 kg), Enrico Parlati (73 kg), Andrea Regis (73 kg), Antonio Ciano (81 kg), Massimiliano Carollo (81 kg), Walter Facente (90 kg), Domenico Di Guida (100 kg), Luca Ardizio (100 kg), Alessio Mascetti (+100 kg)

Donne: Valentina Moscatt (48 kg), Odette Giuffrida (52 kg), Giulia Quintavalle (57 kg), Giulia Cantoni (70 kg), Assunta Galeone (78 kg)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: EJU

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top