Judo, African Open 2015: Facente sul podio, vince il sudafricano Piontek. Tre i “legni”

Judo-Walter-Facente-2.jpg

Dopo le tre medaglie di bronzo conquistate ieri, l’Italia del judo ha ottenuto un quarto podio quest’oggi all’African Open di Port Louis, capitale dell’isola di Mauritius. A classificarsi terzo, questa volta, è stato il rappresentante della categoria 90 kg, Walter Facente, mentre tre atleti si sono fermati al quinto posto.

Partiamo proprio dal calabrese Facente, che torna sul podio di una prova del circuito mondiale dopo il bronzo del Grand Slam di Baku, datato oramai di sei mesi. Il ventottenne ha sconfitto per ippon l’indiano Avtar Singh ed il britannico George Smith, ma in semifinale ha dovuto cedere al sudafricano Zack Piontek, capace di mettere a segno un ippon per rispondere al waza-ari di Facente. L’azzurro si è comunque rifatto nella finale per il terzo posto, dove ha superato per in un minuto e mezzo il marocchino Imad Abdellaoui. Piontek, invece, ha ottenuto l’oro ai danni dell’algerino Abderrahmane Benamadi, sconfitto per waza-ari.

Dopo la grande prestazione del Grand Slam di Abu Dhabi, Domenico Di Guida ha ottenuto una nuova quinta posizione nella categoria 100 kg, seppur meno prestigiosa rispetto alla precedente. Decisive le sconfitte in semifinale con il britannico Benjamin Fletcher (ippon), futuro medagliato d’oro, e poi nel match per il bronzo con il numero uno del seeding, l’algerino Lyes Bouyacoub (waza-ari). In precedenza il campano si era imposto per ippon su Dominic Dugasse (Seychelles) e per yuko su Mbagnick Ndiaye (Senegal). In questa categoria era presente anche Luca Ardizio, eliminato al secondo turno da Bouyacoub dopo la vittoria sull’austriaco Aaron Fara.

Il quadro dei partecipanti al maschile vedeva anche Alessio Mascetti, che tra i pesi massimi dei +100 kg ha subito abbandonato il torneo subendo un ippon dall’azero Ushangi Kokauri, che si sarebbe poi classificato terzo. A vincere è stato il grande favorito della vigilia, il russo Renat Saidov.

Nel settore femminile, invece, sia Giulia Cantoni (70 kg) che Elisa Marchiò (+78 kg) si sono classificate quinte. Cantoni è riuscita a battere per uno shido di differenza la belga Roxane Taeymans, poi medagliata di bronzo, ma ha perso sia in semifinale con la marocchina Assmaa Niang (yuko) che nel match per il podio con l’ecuadoregna Vanessa Chala (due yuko a uno). in finale, la numero uno Niang avrebbe poi sconfitto per yuko la russa Irina Gazieva.

La veneta Marchiò, invece, ha messo a segno un ippon contro la rappresentante di Capo Verde, Adysangela Moniz, e due waza-ari sulla solida britannica Sarah Adlington, ma non è poi riuscita a confermarsi né contro l’algerina Sonia Asselah, né contro la statunitense Nina Cutro-Kelly, entrambe capaci di sconfiggerla per ippon. Asselah avrebbe poi vinto il titolo contro la polacca Katarzyna Furmanek.

RISULTATI

UOMINI

-81 kg
1. MRVALJEVIC, Srdjan (MNE)
2. LIVESEY, Owen (GBR)
3. OTT, Marcel (AUT)
3. RASULLU, Abdulhagg (AZE)

-90 kg
1. PIONTEK, Zack (RSA)
2. BENAMADI, Abderrahmane (ALG)
3. FACENTE, Walter (ITA)
3. MEHDIYEV, Mammadali (AZE)

-100 kg
1. FLETCHER, Benjamin (GBR)
2. MOSER, Patrik (SUI)
3. BOUYACOUB, Lyes (ALG)
3. SAIDOV, Saidzhalol (TJK)

+100 kg
1. SAIDOV, Renat (RUS)
2. TAYEB, Mohammed Amine (ALG)
3. ALLERSTORFER, Daniel (AUT)
3. KOKAURI, Ushangi (AZE)

DONNE

-70 kg
1. NIANG, Assmaa (MAR)
2. GAZIEVA, Irina (RUS)
3. CHALA, Vanessa (ECU)
3. TAEYMANS, Roxane (BEL)

-78 kg
1. TALARN, Laia (ESP)
2. KACHOROVSKAYA, Alena (RUS)
3. DMITRIEVA, Anastasiya (RUS)
3. RAMIREZ, Yahima (POR)

+78 kg
1. ASSELAH, Sonia (ALG)
2. FURMANEK, Katarzyna (POL)
3. ADLINGTON, Sarah (GBR)
3. CUTRO-KELLY, Nina (USA)

Clicca qui per la pagina Facebook JUDO LOTTA TAEKWONDO

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: IJF

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top