Ginnastica, Olimpiadi 2016 – L’Italia inizia la rincorsa a Rio: visitate le sedi di gara

Italia-Mondiali-Glasgow-ginnastica-Olimpiadi.jpg

L’Italia della ginnastica artistica femminile ha già iniziato la propria avventura verso le Olimpiadi 2016. Dopo che le azzurre hanno conquistato la qualificazione a cinque cerchi attraverso i recenti Mondiali di Glasgow, il DT Enrico Casella è volato a Rio per vedere da vicino le location dove il prossimo anno (5-21 agosto) si disputeranno le gare più importanti del quadriennio.

Da martedì a venerdì, una tre giorni intensa, efficace e produttiva che ha permesso ai vari Commissari Tecnici (erano in 27) di avere una visione completa dei luoghi di gara (molti ancora da completare) e delle varie sistemazioni logistiche, tra cui Casa Italia che allestita al Costa Brava Clube oltre a incontrare gli sport manager delle varie specialità.

Le quattro zone olimpiche saranno Barra (dove avrà base tutto il circuito della Polvere di Magnesio, con le gare in programma alla Rio Olympic Arena), Deodoro, Copacabana, Maracana.

Con Casella hanno viaggiato Valentina Rovetta (ritmica), Giuseppe Cocciaro (trampolino elastico) Sandro Cuomo e Giovanni Sirovich (Scherma),Sergio Palmieri (Tennis), Antonio Caudullo (Lotta), Mario Miglio (Triathlon), Franco Cattaneo (Canottaggio), Massimo Magnani (Atletica), Gianluca Crespi (Golf), Valentina Turisini (Tiro a Segno), Albano Pera (Tiro a Volo), Cesare Butini e Stefano Rubaudo(Nuoto, Nuoto di Fondo e Tuffi), Alessandro Campagna e Fabio Conti (Pallanuoto), Wietse Van Alten (Tiro con l’Arco), Raffaele Bergamasco (Pugilato), Antonio Urso (Pesistica), Patrizio Deniso (Tennistavolo), Kiyoshi Murakami (Judo), Gianfranco Cardelli (Pentathlon Moderno), Lissandro Dias Carvalho e Paolo Roberto Moreira da Costa (Beach Volley), Arturo Ruiz (Badminton) e Michele Marchesini (Vela).

 

Lascia un commento

Top