Ginnastica, Italia: 3,8 milioni per preparare Rio 2016. I contributi per volare alle Olimpiadi

Italia-Mondiali-ginnastica-Glasgow-festa-Olimpiadi.jpg

Il CONI ha reso noti i contributi che verranno elargiti alle varie Federazioni per il 2016. Alla ginnastica verranno assegnati 3,8 milioni di euro (3.788.212 per la precisione) per la parte sportiva, pari al 2,71% di tutti i contributi previsti dalla normativa (140 milioni di euro). Confermati i contributi del 2015, 240mila euro in più rispetto al 2014.

 

La FGI è così solo la nona Federazione in Italia. Domina il calcio (26,81%, prima di lamentarsi urgerebbe farsi degli esami di coscienza), seconda l’atletica leggera (4,73%, 6 milioni di euro) nonostante i vergognosi Mondiali di Pechino che hanno esposto alla gogna mediatica FIDAL e atleti stipendiati, completa il podio il nuoto (4,12%, 5.7 milioni) reduce da una meravigliosa rassegna iridata.

A seguire gli sport invernali (la FISI, non la FISG, per 5 milioni), il ciclismo, judo/lotta/arti marziali (4,4 milioni), la scherma che spesso tiene elevate le sorti del nostro medagliere olimpico e la pallavolo. A sorpresa la ginnastica è davanti al basket, ma ricordiamo che sono stati messi sul piatto 2,4 milioni di euro aggiuntivi per organizzare a Torino il torneo di qualificazione alle Olimpiadi (l’assegnazione è prevista per il prossimo mese di gennaio).

 

 

Dunque è con buona parte di questi 3,8 milioni di euro che la ginnastica deve prepararsi alle Olimpiadi 2016 dove l’Italia è già qualificata con la squadra di ginnastica artistica femminile e il gruppo di ginnastica ritmica. Verosimilmente si aggiungeranno un individualista per l’artistica maschile e speriamo un’individualista per la ritmica, da valutare le sorti del trampolino elastico.

 

 

Lascia un commento

Top