Ginnastica, auguri Carla! 100 anni della Marangoni, l’Olimpionica più anziana al Mondo

Carla-Marangoni.jpg

Auguri Carla! Oggi la leggendaria Marangoni compie 100 anni e spegnerà le candeline di una torta bellissima che tutti aspettavano nel circuito della ginnastica artistica e dello sport in generale.

Clara, come in realtà la conosce l’universo olimpico a causa di un errore anagrafico, faceva parte della leggendaria formazione che conquistò l’argento a squadre alle Olimpiadi di Amsterdam 1928, l’unica medaglia conquistata dall’Italia dell’artistica femminile nella rassegna a cinque cerchi (in 87 anni non siamo più riusciti a risalire su quel podio, ci è andata vicinissima Vanessa Ferrari a Londra 2012).

 

Quella fu anche la prima medaglia in assoluto conquistata da delle donne italiane ai Giochi Olimpiadi (tra l’altro era la prima edizione aperta anche all’artistica femminile, in precedenza pratica squisitamente maschile). Con lei, commosse sul podio, le altre piccole farfalle di Pavia guidate da Gino Grevi: Bianca Ambrosetti, Lavinia Gianoni, Luigina Giavotti (la medagliata olimpica più giovane al mondo dall’alto dei suoi 11 anni e 302 giorni, record che rimarrà tale per sempre visto che ora non possono partecipare under 14), Virginia Giorgi, Germana Malabarba, Luigina Perversi, Diana Pizzavini, Anna Tanzini, Carolina Tronconi, Ines Vercesi, Rita Vittadini

Non solo. Carla, che non si è mai sposata e che oggi sarà con amici a Pavia, è l’unica donna al Mondo che possa ancora raccontare l’edizione olimpica del 1928, nessun atleta che abbia preso parte alle Olimpiadi dal 1896 al 1924 è ancora in vita.

 

La Marangoni è naturalmente la ginnasta più anziana in vita (e fino a poco fa praticava ogni giorno qualche minuto di cyclette), primato diventato tale dopo la scomparsa dell’ungherese Olga Toros qualche mese fa.

Nonna Carla (appellativo semplicemente affettuoso) è anche la seconda medagliata olimpica più longeva al Mondo (prima nella “classifica” femminile). Davanti a lei solo il mitico Sàndor Tarics (oro con la Nazionale dell’Ungheria di pallanuoto a Berlino 1936) che ha compiuto 102 anni.

Oltre alla carriera ginnica, Carla è una donna tutta d’un pezzo, una delle prime a prendere la patente di guida in Italia e che poi ha lavorato per una vita alla Motorizzazione della sua città. Semplicemente, tanti auguri.

 

Articoli correlati:

L’Italia che vinceva alle Olimpiadi. L’argento a squadre, la Nazionale dei mille record Mondiali

Tag

Lascia un commento

Top