Equitazione, Rio 2016: l’Italia punta ad essere presente nelle tre discipline

Equitazione-Emanuele-Gaudiano-Global-Equestrian-News-FB.jpg

Sfumata la possibilità di qualificare le squadre, l’Italia dell’equitazione punta tutto sui ranking individuali, che nel prossimo mese di marzo determineranno i nomi degli ultimi qualificati ai Giochi Olimpici di Rio 2016. L’obiettivo sarà quello di fare meglio di Londra 2012, dove Valentina Truppa gareggiò nel dressage, mentre Vittoria Panizzon e Stefano Brecciaroli furono presenti nel concorso completo, senza però avere rappresentanti nel salto ostacoli.

Proprio nel salto ostacoli, al momento la situazione sembra migliore rispetto a quella di quattro anni fa: all’interno del Gruppo B (quello dell’Europa sud-occidentale), Emanuele Gaudiano è in piena lotta per l’unico pass in palio, essendo secondo in classifica alle spalle del belga Gregory Wathelet, ma deve fare attenzione anche all’amazzone portoghese Luciana Diniz, in rimonta dopo la vittoria del Global Champions Tour a Doha. Al momento, comunque Gaudiano rientrerebbe negli ultimi quatro “ripescati”: in pratica, se le qualificazioni dovessero chiudersi oggi, i ranking attuali regalerebbero un pass all’Italia del salto ostacoli, ma in ballo c’è anche Piergiorgio Bucci, attualmente primo degli esclusi.

Nel dressage, Valentina Truppa ha perso molti punti dopo il suo incidente, ed i due pass per la zona dell’Europa sud-occidentale andrebbero all’austriaca Victoria Max-Theurer ed alla svizzera Marcela Krinke Susmelj. Truppa resta lontana anche dalle sei posizioni degli ultimi “ripescaggi”, dovendo recuperare 70 lunghezze al portoghese Gonçalo Carvalho. Al momento, dunque, l’Italia non avrebbe rappresentanti nel dressage, ma Truppa ha sicuramente i mezzi per tentare di scalare nuovamente la classifica.

Stefano Brecciaroli è attualmente il detentore del pass riservato alla zona dell’Europa sud-occidentale per quanto riguarda il concorso completo, con un vantaggio abbastanza confortante sullo svizzero Felix Vogg (74 punti). Tra gli ultimi otto qualificati, poi, rientrerebbe anche Emiliano Portale, attualmente sesto, mentre non sono per nulla distanti dall’ottavo sia Stefano Fioravanti, decimo, che Vittoria Panizzon, undicesima, che scontano rispettivamente 23 e 24 punti di ritardo dal belga Joris Vanspringel.

Ad oggi, dunque, l’Italia disporrebbe di un qualificato nel salto ostacoli e di due qualificati nel completo. Numeri che però potrebbero essere destinati a salire, a patto naturalmente che le prestazioni dei cavalieri azzurri risultino all’altezza della situazione da qui a marzo.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: Global Equestrian News (Facebook)

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top