Equitazione, Coppa del Mondo: Leprevost fa centro anche a Lione, prima in classifica

Equitazione-Pénélope-Leprevost-dothorse.it_.jpg

Dopo il trionfo nella tappa inaugurale ad Oslo, la francese Pénélope Leprevost ha fatto sua anche la terza gara della divisione europea della Coppa del Mondo di salto ostacoli 2015/2016, quella di Lione. L’amazzone, accompagnata come sempre dall’eccezionale Flora de Mariposa, ha realizzato due percorsi senza errori nella gara con barrage ed ostacoli ad 1.60 metri, andando a battere in 40″64 il tempo precedentemente realizzato dal tedesco Christian Ahlmann su Taloubet Z (41″27). Più staccato il terzo classificato, lo svizzero Romain Duguet, che invece si era imposto la settimana scorsa ad Helsinki: per lui e Quorida de Treho è arrivato il tempo di 42″27. La buona prova dei padroni di casa francesi è completata anche dal quarto posto di Julien Gonin su Soleil de Cornu CH (47″54) e dal quinto di Simon Delestre su Qlassic Bois Margot (4 / 41″65), mentre per i colori azzurri è arrivato il miglior piazzamento stagionale grazie ad Emanuele Gaudiano, nono su Caspar ed eliminato dopo il primo round (1 / 71″48).

Grazie al successo di fronte al proprio pubblico, Leprevost ritrova il primo posto in classifica generale con 40 punti, precedendo di cinque lunghezze l’elvetico Duguet, mentre a quota 29 troviamo Delestre e l’olandese Harrie Smolders, che sfrutta il suo successo nella tappa nordamericana di Washington. Ricordiamo che questo fine settimana si gareggerà a Verona per la tappa italiana di Coppa del Mondo.

CLASSIFICA COPPA DEL MONDO SALTO OSTACOLI 2015/2016
1 Pénélope LEPREVOST FRA 40
2 Romain DUGUET SUI 35
3 Harrie SMOLDERS NED 29
4 Simon DELESTRE FRA 29
5 Marcus EHNING GER 24
6 Hans-Dieter DREHER GER 19
7 Steve GUERDAT SUI 18
8 Christian AHLMANN GER 17
8 Jessica MENDOZA GBR 17
10 Martin FUCHS SUI 17

Precedentemente, il percorso francese aveva ospitato anche una prova contro il tempo (1.45 – 1.50 m) vinta dall’irlandese Bertram Allen su Quiet Easy (54″76), davanti allo svedese Rolf-Göran Bengtsson su Clarimo Ask (54″98) ed al britannico Scott Brash su Hello Forever (55″36). La campionessa italiana Giulia Martinengo Marquet si è classificata undicesima con Fixdesign Istafan Sissi (61″92), mentre Lorenzo De Luca ha chiuso tredicesimo in sella ad Erco van’t Roosakker (66″31).

Al Grand Prix del CSI due stelle di Gorla Minore, la vittoria è andata all’azzurro Federico Ciriesi su Calida (35”18), che ha battuto l’amazzone elvetica Celine Stauffer in sella a Acanthus B (37”60)  l’altro italiano Giuseppe Rolli in sella a Cabriella (37”99).

Al Grand Prix di Mijas, valido per il CSI due stelle inerito all’interno dell’Equestrian Tour Costa del Sol, la vittoria ha sorriso all’irlandese Marlon Hughes su Can Ya Makan (40″02), capace di fare meglio della britannica Anna Edwards su Blazer B (40″45) e del padrone di casa Gonzalo Añon Suárez su Toledo d Phare (41″22). Settimo posto per Andrea Benatti e Petit Chef d’Orval (4 / 41″01).

Infine, al Grand Prix del CSI due stelle di Oliva-Valencia, si è imposto il francese Harold Boisset su Quolita Z (76″70), che ha battuto nettamente il belga Constant van Paesschen su Carlow van de Helle (38″71) ed il britannico James Smith su Tyson Uno (78″49). Si ferma a piedi del podio Riccardo Pisani, che ha chiuso in 79″16 con Cigo B.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Immagine: dothorse.it

giulio.chinappi@oasport.it

Lascia un commento

Top