Curling, Europei 2015: l’Italia asfalta la Germania e resta aggrappata a salvezza e Mondiali

Amos-Mosaner-Curling-Profilo-FB-Mosaner.jpg

Dopo la sconfitta mattutina con la Scozia, una prova d’orgoglio ha permesso all’Italia di asfaltare per 9-1 la Germania e restare in corsa non solo per la salvezza agli Europei di Esbjerg (Danimarca), ma anche per la qualificazione ai Mondiali 2016, fondamentali perché metteranno in palio i primi punti per accedere alle Olimpiadi di Pyeongchang 2018.

L’incontro con i teutonici non è mai stato in discussione. Amos Mosaner, Joel Retornaz (skip), Daniele Ferrazza, Andrea Pilzer e Sebastiano Arman si portavano sul 5-0 dopo tre end, prima di piazzare 4 punti al sesto che chiudevano anticipatamente la sfida.

A questo punto diventa decisiva l’ultima partita in programma domani alle 9.00 con la Repubblica Ceca. Per quanto riguarda la permanenza in Prima Divisione, la selezione tricolore è padrona del proprio destino: con una vittoria sarebbe certa di mettersi alle proprie spalle gli stessi cechi e l’Olanda. Diverso il discorso per la qualificazione ai Mondiali, dove sarà necessario attendere anche i risultati altrui. Ricordiamo che le prime 7 squadre si qualificano per la rassegna iridata. Se tra queste (e sarà così) figura anche la Svizzera (che ospiterà i Mondiali a Basilea dal 2 al 10 aprile 2016), allora l’ottava classificata disputerà uno spareggio con la vincente della Seconda Divisione che metterà in palio l’ultimo pass disponibile per il Vecchio Continente. Insomma, l’Italia si gioca tutto con i cechi: vincere per salvarsi (e andare con buone probabilità ai Mondiali) oppure perdere e rischiare il baratro della retrocessione.

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Foto: Profilo FB Amos Mosaner

Tag

Lascia un commento

Top