Calcio: Tavecchio, ennesima figuraccia. Stavolta conto ebrei e omosessuali

Tavecchio-Calcio-Libera-e1444784639375.jpg

Continuano le gaffe di Carlo Tavecchio, presidente della Figc che la scorsa estate era salito agli onori della cronaca più per le frasi razziste rivolte a un ipotetico Opti Poba “mangiabanane” che rubava il posto ai calciatori italiani che per l’elezione come successore di Giancarlo Abete.

Adesso l’ex numero uno della Lega Nazionale Dilettanti sembra esserci ricascato. Secondo quanto riporta Il Corriere della Sera, infatti, Tavecchio durante un’intervista con il quotidiano online Soccerlife avrebbe detto: “La sede della Lega Nazionale Dilettanti? Comprata da quell’ebreaccio di Anticoli. Non ho niente contro gli ebrei, ma meglio tenerli a bada“. Aggiungendo pure: “Tenete lontano da me gli omosessuali“.

La conversazione incriminata sarebbe da datare lo scorso giugno. Immediata la sua risposta, riportata da La Gazzetta dello Sport: “Sono evidentemente vittima di un ricatto, non ricordo le parole usate in quella conversazione, che potrebbe essere stata manipolata. Ho incontrato una persona che conosco da tempo, alla quale non ho concesso, come invece chiedeva, finanziamenti per la sua attività editoriale e la possibilità di utilizzare la Federazione come veicolo per ottenere contributi europei. Ho ottimi rapporti con la Comunità ebraica, non solo di natura sportiva, e ho sostenuto la posizione di Israele nell’ultimo Congresso della Fifa. Ogni tentativo di screditarmi e calunniarmi attraverso metodi illeciti, che rispondono a metodologie oggi purtroppo assai diffuse, sarà perseguito nelle sedi opportune“.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Tag

Lascia un commento

Top