Calcio – Serie A, Top&Flop 11esima giornata: il Bologna si rilancia con Destro e Masina

Mattia-Destro-Bologna-calcio-foto-da-pagina-fb-bologna-calcio.jpg

L’11esima giornata della Serie A di calcio si completerà questa sera con Chievo-Sampdoria ed Empoli-Palermo. Tuttavia, le big sono scese in campo tra sabato e domenica – domani torna nuovamente la Champions League – e la classifica è nuovamente cambiata. Adesso c’è un duo al comando: Fiorentina e Inter, con i viola virtualmente primi grazie al 4-1 nello scontro diretto di fine settembre. Il Napoli spreca tanto e non va oltre lo 0-0 a Marassi, la Juventus non brilla ma vince ancora il derby al 93′ e il Milan è finalmente convincente nel 3-1 in casa della Lazio. In coda, Roberto Donadoni sembra già aver cambiato il Bologna, ritrovando anche i gol di Mattia Destro. I migliori e i peggiori dell’ultimo turno.

TOP

Paulo Sousa: cambia, ma vince. Il Frosinone non era forse l’esame più difficile per la Fiorentina, sebbene la squadra ciociara stia disputando un onesto campionato soprattutto nelle gare interne. Ma al Franchi, ieri, i viola non hanno lasciato scampo agli esordienti gialloblu. Nonostante qualche novità di formazione, la squadra del tecnico portoghese ha ottenuto agevolmente i tre punti ed è tornata in vetta alla classifica, reagendo al meglio dopo i due ko consecutivi con Lech Poznan e Roma.

Roberto Mancini: complimenti anche al tecnico dell’altra co-capolista, che nel big match contro la Roma mescola le carte fino all’ultimo, proponendo una formazione per molti versi innovativa. Senza Icardi, Juan Jesus e Santon, l’Inter si affida alla sua verve grintosa con un attacco di matrice balcanica e il gol decisivo firmato da Gary Medel, pitbull cileno. L’ennesimo 1-0 che forse non diverte, ma senza dubbio conferma la pazzesca solidità di una squadra che può arrivare fino in fondo.

Bologna: finalmente una promozione per i felsinei, reduci da un periodo oltremodo difficile culminato con l’esonero di Delio Rossi e la chiamata di Roberto Donadoni. E l’ex allenatore del Parma non fallisce all’esordio, superando 3-0 un’Atalanta in forma e consegnando un morale diverso a tutta la piazza. La corsa salvezza comincia ora?

FLOP

Federico Marchetti: il portiere della Lazio, transitato anche per la Nazionale, è colpevole nell’occasione del gol di Bertolacci (timida respinta a pochi metri da lui) e del raddoppio di Mexes (anticipato di testa). I biancocelesti perdono l’imbattibilità casalinga e si confermano una formazione davvero imprevedibile.

La noia: a eccezione di Genoa-Napoli, 0-0 comunque vibrante con tantissime occasioni create (e fallite) dalla squadra di Maurizio Sarri, quanti sbadigli nel pomeriggio domenicale! Carpi e Verona fiutano la paura e lasciano le reti bianche, rimanendo però entrambe in fondo alla classifica, mentre Udinese e Sassuolo non riescono a liberare il loro spumeggiante gioco offensivo annullandosi tatticamente a vicenda.

Le polemiche: generalmente arbitri e affini sono tenuti fuori da questa rubrica, ma anche nell’ultimo fine settimana – l’undicesimo da inizio stagione, ovvero tutti – non c’è stata partita che non sia finita senza “il Sig. X ci mette lo zampino”, “con la complicità di Y da Z”, eccetera. Non è sempre così, ma spesso sono solo capri espiatori di un livello generale davvero mediocre.

Di seguito, invece, i tre migliori giovani italiani dell’ultimo turno:

Adam Masina (Bologna): marocchino con doppia nazionalità, il terzino sinistro classe 1994 dei rossoblu può presto diventare una rivelazione per l’under 21 azzurra e, la prossima estate, pezzo pregiato del mercato delle big. Contro l’Atalanta ara come di consueto la sua fascia di competenza, fornendo a Destro il pallone del raddoppio.

Mattia Destro (Bologna): Masina chiama, il bomber risponde. Si è ritrovato? Presto per dirlo. Di certo, il primo gol stagionale è un grosso macigno che l’ex romanista e rossonero si toglie dalle spalle. E’ lui l’uomo su cui gli emiliani hanno costruito il progetto e, finora, aveva fallito.

Davide Zappacosta (Torino): dopo il primo gol granata nel turno infrasettimanale contro il Genoa, entra a partita in corso nel derby e per poco non sorprende Buffon.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Bologna Fc

Tag

Lascia un commento

Top