Calcio: domani i convocati di Conte per Belgio e Romania. Conferme o esperimenti?

Antonio-Conte-Flickr-Libera-Wikipedia.jpg

L’Italia di calcio, ottenuta la qualificazione agli Europei 2016 di Francia, si preparerà per la manifestazione continentale della prossima estate con due amichevoli di ottimo livello in programma venerdì 13 novembre (a Bruxelles contro il Belgio) e martedì 17 (a Bologna contro la Romania).

Antonio Conte, ancora in attesa della sentenza riguardo il caso calcioscommesse che lo colpì ai tempi del Siena e che dovrebbe arrivare a febbraio, si è trasformato da ct contestato a grande speranza per la Nazionale in vista degli Europei. La mano dell’ex allenatore bianconero, infatti, è emersa in maniera evidente nelle ultime gare disputate dagli azzurri, che schierati prima con il 4-3-3 hanno ottenuto un doppio 1-0 contro Malta e Bulgaria a settembre e poi, evoluti in 4-2-4, hanno blindato la qualificazione con il 3-1 in Azerbaijan (prima gara con oltre due reti all’attivo dal dopo Prandelli) e infine hanno chiuso primi il girone rimontando sulla Norvegia a Roma (2-1).

Può essere Conte, dunque, l’uomo in più dell’Italia a Francia 2016? Nei tre anni alla Juventus, soprattutto durante la prima stagione, è innegabile che la grinta del pugliese si sia rivelata fondamentale per il ritorno al vertice della Vecchia Signora, inferiore al Milan nel 2011-2012 ma addirittura imbattuta in Serie A (come lo è finora la Nazionale). Grande motivatore, il ct forse ha faticato nei primi mesi del nuovo ruolo a non poter lavorare quotidianamente sul campo e ora, con un gruppo non tecnicamente eccezionale ma che rema dalla stessa parte con un unico grande obiettivo in testa, sta raccogliendo i risultati sperati. E, da qui a giugno, si può solo migliorare.

Ecco perché le partite con Belgio e Romania offriranno un’ulteriore importante panoramica sullo stato di forma della squadra. I Diavoli Rossi, da ieri ufficialmente al comando del ranking Fifa per la prima volta nella loro storia, sono tra i favoriti per la vittoria ufficiale. La Romania si è qualificata al termine di un girone non complicato, ma imprevedibile, e può essere tra le mine vaganti della manifestazione.

Domani sera Antonio Conte diramerà le convocazioni per le due amichevoli. Ci saranno tutte conferme nel gruppo di settembre/ottobre o potremo assistere a qualche novità, per testare gli ultimi giocatori in vista del definitivo elenco della prossima primavera? La storia del ct, più conservatore che rivoluzionario, sembra poter condurre verso la prima opzione. Di certo mancherà Marco Verratti, infortunato con il Paris Saint Germain, mentre non dovrebbe recuperare Mario Balotelli, da oltre un mese lontano dal campo con la maglia del Milan, che sembra aver trovato la sua giusta quadratura con Carlos Bacca al centro del 4-3-3 di Sinisa Mihajlovic.

Spazio dunque al solito blocco juventino in difesa, a Matteo Darmian e Mattia De Sciglio sugli esterni (ma un altro rossonero, Luca Antonelli, ha di recente trovato anche la via della rete), Alessandro Florenzi, Daniele De Rossi e Andrea Pirlo intoccabili in mediana e il solito folto reparto di attaccanti tra cui pescare per riproporre quel 4-2-4 mascherato da 4-4-2 che ha convinto gli addetti ai lavori un mese fa. Graziano Pellè continua a segnare in Premier League, Martin Eder è tra i migliori marcatori della Serie A: chi ha detto che per vincere servono per forza i grandi nomi?

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter
Clicca qui e metti mi piace alla pagina “La storia dell’Italia nelle fasi finali di Mondiali ed Europei

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Wikipedia

Lascia un commento

Top