Calcio, Champions League: Barcellona-Roma 6-1. Le pagelle dei giallorossi

Pjanic-calcio-foto-pagina-fb-ufficiale-roma.jpg

Dopo il 4-0 di sabato nel Clasico contro il Real Madrid, il Barcellona conferma il suo stato di forma alieno e umilia la Roma nella quinta partita del girone E di Champions League. Segnano Suarez, Messi (doppietta per entrambi), Piquè e Adriano per il 6-1 finale. I giallorossi, che sbagliano anche un rigore con Dzeko (autore del gol della bandiera) a gara compromessa, rivedono i fantasmi degli 1-7 contro Manchester United e Bayern Monaco, ma rimangono in piena corsa qualificazione grazie al pareggio pomeridiano tra Bate Borisov e Bayer Leverkusen.

Szczesny, 6: bravo in avvio di gara su Messi, può poco quando la difesa giallorossa si scioglie come burro al sole sotto i colpi di un Barcellona comunque ingiocabile. Resta l’orgoglio di aver parato un rigore a Neymar, sebbene poi sulla ribattuta arrivi prima di tutti Adriano per il 6-0.

Maicon, 4: non ha più il passo dei tempi dell’Inter e soffre qualsiasi attacco in rapidità. Messi si diverte e il 2-0 è da manuale del calcio.

Manolas, 4: ci capisce poco o nulla. Ma del resto sarebbe stato difficile per chiunque altro. Suarez, Messi e Neymar spuntano da ogni dove e il greco non può nulla.

Rudiger, 4: tiene in gioco Alves in occasione dell’1-0 e, per il resto, soffre gli stessi patemi di tutta la Roma. A tratti commovente: il Barça è di un altro livello.

Digne, 4: si perde il brasiliano e da lì nasce il gol dell’1-0 di Suarez. Ma la sensazione, comunque, è che sarebbe non sarebbe cambiato molto.

Pjanic, 5: se la difesa fa acqua, il centrocampo non fa filtro. Esattamente come nell’1-7 contro il Bayern Monaco il bosniaco non copre – per limiti fisiologici – e non attacca, perché asfissiato dal pressing blaugrana. Dal 75′ Ucan, 4.5: dopo un minuto commette il fallo da rigore su Neymar per il 6-0.

Keita, 4: contro i suoi ex compagni paga tutti i suoi anni e crolla fisicamente già dopo venti minuti. La Roma implode sul maliano.

Nainggolan, 5: prova a farsi vedere timidamente in fase offensiva, ma non strappa la sufficienza. Dal 46′ Iturbe, 5.5: entra a gara chiusa e si vede solo quando fa ammonire Messi.

Florenzi, 5: il suo cuore sembra sprecato se limitato solo alla fase offensiva (questa sera praticamente nulla) della Roma. Infatti si vede poco e non aiuta i compagni nelle zone del campo in cui il Barcellona domina. Dal 59′ Vainqueur, 5.5: come Iturbe non ha grandi colpe per il ko.

Dzeko, 4.5: ha il grande demerito di aver fallito il possibile 0-1 dopo pochi minuti. Il suo colpo di testa è alto, poi scompare finché non si procura un generoso rigore che sbaglia, ipnotizzato da Ter Stegen. Inutile l’incornata del 6-1.

Iago Falque, 4.5: inesistente nel primo tempo, sfiora il gol dopo dieci minuti dall’inizio della ripresa. Poco servito in una serata da incubo.

Rudi Garcia, 3: l’unica bella notizia di serata è il pareggio tra Bate Borisov e Bayer Leverkusen, grazie al quale la Roma rimane seconda nel girone e padrona del proprio destino nell’ultima partita contro i bielorussi. Ma la batosta rischia di pesare – anche e soprattutto in campionato – come quella di un anno fa contro il Bayern.

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: pagina Facebook ufficiale Roma

Lascia un commento

Top