Calcio a 5, Uefa Futsal Cup: il Pescara davanti al suo pubblico per la storia

Pescara-calcio-a-5-foto-fb-pescara-calcio-a-5.jpg

E’ una settimana intensa quella che si appresta a vivere il Pescara, atteso dall’Elite Round di Uefa Futsal Cup che si disputerà da domani 11 novembre a sabato 14 al Pala Giovanni Paolo II, culla del calcio a 5 abruzzese pronta a esplodere per i ragazzi guidati da Fulvio Colini, vincitori dell’ultimo scudetto.

L’obiettivo di questa stagione è chiaro fin dal principio: provare a centrare per la prima volta nella storia la final four della massima manifestazione internazionale di futsal. L’Italia ha vinto il torneo solo nel 2011-2012 con il Montesilvano ad Almaty e negli ultimi anni il Main Round sembrava uno scoglio insormontabile da superare per tutte le compagini del paese campione d’Europa in carica per nazionali.

E invece i biancazzurri hanno invertito la tendenza, imponendosi sia nel Preliminary Round che nel quadrilatero successivo con sei vittorie in altrettante sfide. Un cammino perfetto che, però, arriva ora a uno step davvero delicato: in palio c’è solo un pass per la finalissima e il Pescara se la vedrà con i kazaki teste di serie del Tulpar Karagandy, i belgi dell’Halle-Gooik ed i macedoni dello Zelezarec Skopje.

Tre ostacoli abbordabili, ma che per ragioni diverse si presentano come insidiosi e capaci di ribaltare i pronostici. L’occasione di arrivare a giocarsi nella final four il titolo di club europeo è a portata di mano ma comunque ci sarà la necessità per i biancazzurri di affrontare al meglio le tre battaglie che li separano dalla gloria. Il pubblico pescarese, come sempre, darà il suo calore e il suo sostegno agli uomini di Colini, poi ci vorrà tanta determinazione, molto atletismo, tanta intensità di gioco e come in tutte le imprese, un po’ di fortuna. Vamos a ganar!”. Questo il messaggio pubblicato dal sito ufficiale della società abruzzese.

Eccesso di ottimismo? L’occasione pare veramente propizia. Ivan Bozovic, tecnico dello Skopje, ha dichiarato nei giorni scorsi: “Il Pescara è la squadra favorita, ma non veniamo in Italia a giocare avendo già issata bandiera bianca. Non abbiamo la pressione di dover vincere ad ogni costo e questo potrebbe essere per noi un vantaggio. Comunque vada, questa sarà per noi una grande esperienza”. Nel complesso quella macedone appare una squadra ampiamente alla portata dei biancazzurri, ma con un buon tasso di fisicità e di atletismo che la rendono comunque insidiosa. Discorso simile per l’Halle Gooik, ultima vincitrice del campionato belga e forte di un mix tra giocatori esperti e giovani di belle speranze.

Tutti da decifrare, invece, i kazaki testa di serie, perché negli ultimi tempi una profonda crisi economica ha rischiato di far sparire la squadra. I migliori interpreti hanno lasciato il club, ma di recente una sottoscrizione dei tifosi e delle autorità istituzionali di Karaganda ha portato nuova linfa nelle casse societarie e dal mercato sono arrivati rinforzi in extremis per prendere parte all’Elite Round. Basterà per avere la meglio su un Pescara che da mesi si prepara solo per questo appuntamento?

 

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

francesco.caligaris@oasport.it

Twitter: @FCaligaris

Foto da: Facebook Pescara calcio a 5

Lascia un commento

Top