Biathlon, le favorite per la Coppa del Mondo: chi riuscirà a battere Kaisa Makarainen?

Podio.jpg

Dopo la decisione da parte di Darya Domracheva di prendersi un anno sabbatico dalle competizioni per guarire al meglio dalla mononucleosi, la finlandese Kaisa Makarainen sarà quindi la grande favorita per questa stagione, dal momento che per molte atlete sarà difficile mantenere il suo passo sugli sci, ma la bionda atleta scandinava dovrà esprimersi al meglio anche al poligono.

Le più grandi minacce per il successo finale di Makarainen provengono da Ucraina, Germania, Repubblica Ceca, Italia, Francia e Norvegia. Valj Semerenko la scorsa stagione si è classificata terza nella generale, la migliore di sempre per lei, a livelli della sorella Vita che potrebbe saltare anche questa stagione per infortunio.

La Germania può schierare potenzialmente tre big, con Franziska Hildebrand quinta lo scorso anno, Laura Dahlmeier e Franziska Preuss, rispettivamente ottava e nona. Sono tutte giovani e con voglia di vincere, in particolare Dahlmeier sembra la più completa, ma la 23enne anche in questa stagione dovrà saltare la tappa di Oestersund a causa di un’influenza. Risultati alla mano, lei e Preuss saliranno spesso sul podio in questa stagione.

Veronika Vitkova e Gabriela Soukalova hanno dimostrato un talento e una continuità che potrebbero farle migliorare anche in questa stagione. Qualora Soukalova riuscisse a partire con il piede giusto, potrebbe entrare in corsa per la sfera di cristallo. Vitkova invece è più una cacciatrice di tappe, come ha dimostrato in diverse occasioni nella scorsa stagione, in particolare con gli acuti di Oberhof e proprio Oestersund.

Anche l’Italia può contare su due frecce al proprio arco: Dorothea Wierer, settima la scorsa stagione, e Karin Oberhofer, decima. Entrambe sono reduci da un’annata favolosa, dovessero mantenere costanza di rendimento nelle top 5 in ogni competizione, potrebbero scalare ancora le classifiche.

Da tenere sicuramente d’occhio sarà sicuramente la francese Marie Dorin Habert, a nostro avviso la sfidante più attendibile di Makarainen. I due ori conquistati a Kontiolahti dopo la nascita del primo figlio sono il segnale che la transalpina ha raggiunto un livello tale da poter essere considerata tra le big del circuito. Dovrà però dimostrare di saper rimanere al vertice della competizioni durante tutto l’arco dell’inverno.

Tiril Eckhoff è la grande speranza norvegese per la conquista della sfera di cristallo, ma soprattutto per dimostrare di essere diventata l’erede di Tora Berger. La pressione e la stampa locale l’hanno divorata nella passata stagione, ma la bionda atleta 25enne ha dimostrato di avere tutte le carte e il passo sugli sci per lottare con le migliori. D’altro canto, potrebbe preparare al meglio l’appuntamento iridato di Oslo e tralasciare il discorso Coppa del Mondo ad altre atlete.

Altre neo-mamme puntano a ritornare al vertice, come la svizzera Selina Gasparin e la slovacca Anastasiya Kuzmina. Se la loro preparazione è stata al livello della stagione olimpica 2013/2014, saranno sicuramente competitive.

Foto: FISI (Serge Schwan)

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@oasport.it

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

Lascia un commento

Top