Biathlon, Coppa del Mondo: la Norvegia concede il bis con i fratelli Boe, indietro gli azzurri

TarjeiBoe_20110107.jpg

Si è conclusa con la staffetta mista la giornata inaugurale della Coppa del Mondo di biathlon, nel tradizionale weekend di apertura ad Oestersund (Svezia).

Domenica perfetta per la Norvegia (0+9), che bissa il successo ottenuto nel primo pomeriggio nella single mixed relay, trascinata dai fratelli Boe, che hanno preso la leadership della gara dalla terza frazione. Impressionante in particolare la performance di Tarjei, che conferma ancor più del fratello di essere in ottima condizione. Bene anche Tiril Eckhoff, che ha dimostrato un ottimo passo sugli sci, così come la compagna Horn-Birkeland.

Seconda posizione per la Germania, che accusa al traguardo un distacco di 33.6 secondi: il quartetto composto da Hildebrand, Hinz, Boehm e Schempp, quest’ultimo resosi protagonista di una strana vicenda dopo il primo poligono, nel quale ha esitato la ripartenza, ha convinto, non riuscendo però a tenere il passo dei norvegesi. Conclude sul podio anche la Repubblica Ceca, nazione campione iridata in carica. I cechi hanno guidato la classifica con Vitkova e Soukalova, mentre Slesingr e Moravec hanno perso gradualmente terreno dal vertice nelle rispettive frazioni, terminando la gara a oltre un minuto dalla Norvegia.

Chiude in quarta posizione la Francia (Bescond, Braisaz, Destiaux, Beatrix), orfana del leader Martin Fourcade, precedendo la sorprendente Svezia, che ha ben figurato come nazione ospitante e risultando la più precisa al poligono con solo 4 ricariche utilizzate. Chiudono appena fuori dalla top-5 Russia, Bielorussia e Slovenia.

Giornata da dimenticare per il quartetto azzurro. Partenza in salita di Karin Oberhofer: la 30enne atleta dell’Esercito non ha utilizzato tutte le ricariche nella seconda serie, incorrendo così in una penalità addizionale di due minuti in aggiunta sul tempo finale. Giornata difficile al tiro per l’altoatesina, sia a terra che in piedi. Anche Nicole Gontier ha dovuto effettuare un giro di penalità dopo la serie in piedi. Dominik Windisch è stato il più positivo al tiro, utilizzando una sola ricarica. Discreta anche la prova di Thomas Bormolini, costretto ad utilizzare tre ricariche nella seconda serie, senza riuscire però ad impedire il doppiaggio dell’Italia nell’ultimo giro di una prova chiusa in 22esima posizione.

Foto: pagina Facebook Tarjei Boe

Clicca qui per mettere “mi piace” alla nostra pagina “Il biathlon azzurro”

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook

Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo

Clicca qui per seguirci su Twitter

nicolo.persico@olimpiazzurra.com

Twitter: @nvpersie7

Facebook: nvpersie7

 

Lascia un commento

Top