Atletica Paralimpica, Mondiali 2015: un’Italia sfavillante! Martina Caironi da leggenda

caironi.jpg

Si sono conclusi in quel di Doha (Qatar) i Mondiali 2015 di atletica paralimpica e per l’Italia la spedizione nel Golfo Persico si può ritenere più che soddisfacente.

A fare la voce grossa sono come al solito state le nostre donne, punte di diamante di un movimento che funziona in maniera eccezionale.

Con il bottino conclusivo di quattro medaglie, rispettivamente due ori, un argento e un bronzo, l’evento iridato ci ha quindi consegnato una nazionale in ottima salute.

Mattatrice assoluta della kermesse è stata la sprinter lombarda Martina Caironi, che ha ottenuto ben due medaglie: la prima è stata quella d’argento nel salto in lungo, categoria T42, mentre la seconda è stato l’oro nei 100 metri, dove la campionessa paralimpica in carica si è regalata anche un sensazionale record del mondo diventando la prima donna della sua categoria di disabilità a correre sotto i 15″, con il cronometro stoppato per la precisione a 14″61.

Meraviglioso poi è stato anche l’alloro più prezioso nel getto del peso raccolto da un’infinita Assunta Legnante: la napoletana con i suoi 14, 02 m si è confermata campionessa planetaria dimostrando nuovamente di non avere rivali e di puntare dritta verso Rio 2016.

A chiudere il medagliere nostrano, infine, ci ha pensato Oxana Corso che si è guadagnata la medaglia di bronzo nei 200m, categoria T35, dando continuità anch’essa al suo prezioso palmares.

Un grande Mondiale, insomma, di cui si è reso conto anche il presidente del CIP Luca Pancalli; il quale non ha mancato di far pervenire i suoi complimenti a tutti gli atleti, anche quelli che non sono riusciti ad andare a medaglia ma hanno comunque onorato la maglia azzurra.

Foto: FB Martina Caironi

Clicca qui per mettere “Mi piace” alla nostra pagina Facebook
Clicca qui per iscriverti al nostro gruppo
Clicca qui per seguirci su Twitter

Lascia un commento

Top