Volley, Europei 2015 – Terza giornata da scontri diretti! In palio i primi posti, quarti di finale e playoff

Atanasjevic-Serbia-Volley-Pier-Colombo.jpg

Quanti scontri diretti nell’ultima giornata dei giorni eliminatori agli Europei 2015 di volley maschile. In palio i primi posti che assegnano la qualificazione diretta ai quarti di finale e le terze piazze che permettono di proseguire la propria avventura attraverso i playoff.

 

POOL A (a Sòfia, Bulgaria):

Lo scontro inatteso per il primo posto è tra Bulgaria e Paesi Bassi. I padroni di casa sembravano aver ipotecato il successo della Pool battendo la Germania ma questa nuova sorprendente Olanda ha sconfitto i tedeschi e ora vuole fare lo scherzetto alla Armeec Arena. Verdi nettamente favoriti ma con un Kooy così non è vietato sognare.

La Germania è ora addirittura costretta allo spareggio con la Repubblica Ceca per qualificarsi ai playoff. Dal bronzo ai Mondiali a una situazione poco invidiale: Froom gioca male, Kaliberda e Grozer in panchina e si rischia con tutti. Non dovrebbero avere problemi oggi pomeriggio ma se dovessero perdere sarebbe una delle eliminazioni più clamorose della storia del torneo.

 

POOL B (a Torino, Italia):

La battaglia infinita. Ancora una volta Italia contro Francia. E questa volta giochiamo in casa: il PalaVela di Torino è già sold out. La sfida contro i transalpini vale tutto per moltissimi dei nostri connazionali e gli azzurri non possono deludere. Chi vince salta i playoff, si preparerà meglio ai quarti di finale contro Russia o Serbia e in semifinale eviterà la Polonia. Chi perde, beh, l’esatto contrario…

L’Italia sembra leggermente favorita, la Francia ha però vinto l’ultima World League e vuole tornare tra le grandi in Europa. Zaytsev vs Ngapeth, Giannelli vs Toniutti, Juantorena vs Rouzier: divertimento assicurato.

Il match tra Croazia ed Estonia vale invece il terzo posto e l’annessa qualificazione ai playoff: il massimo traguardo possibile per entrambe le squadre che vorranno certamente guadagnarsi un’altra partita. Sfida equilibratissima.

 

POOL C (a Varna, Bulgaria):

La Polonia è già certa del primo posto e non avrà problemi a sbrigare la pratica Bielorussia: i Campioni del Mondo sono gli unici in tutto il torneo che non avranno nessun traguardo da raggiungere nell’ultimo match del girone eliminatorio.

La sfida più importante sarà tra Slovenia e Belgio con in palio il secondo posto. Entrambe dovranno fare i playoff ma il piazzamento cambierebbe tutto il tabellone futuro: chi vince affronta la vincente di Germania vs Rep. Ceca (e se dovessero passare i teutonici sarebbe poco raccomandabile), chi perde andrà verosimilmente in pasto all’Olanda (o alla Bulgaria in caso di miracolo orange, ma poi ai quarti di finale ritroverebbe la Polonia).

 

POOL D (a Busto Arsizio, Italia):

Altra super sfida della fase a gironi, al pari di Italia vs Francia. In campo, in un testa a testa da capogiro, le ultime due squadra capaci di vincere il titolo: Russia e Serbia.

I Campioni Olimpici sembrano favoriti, gli slavi hanno tentennato contro la Slovacchia. Muserskiy e compagni contro Atanasijevic e il muro serbo. Chi vince salta i playoff e ai quarti aspetta la perdente di Italia vs Francia, evitando la Polonia in semifinale; chi perde dovrà passare per gli ottavi e perderà molti benefit.

Slovacchia e Finlandia si contenderanno invece il terzo posto e la qualificazione agli ottavi di finale. I ragazzi di Giuliani, dopo aver trascinato la Serbia al tie-break, vorranno acciuffare questo traguardo e regalarsi la sfida da urlo contro la perdente di Italia-Francia.

Foto: Pier Colombo

 

Tag

Lascia un commento

Top