Volley, Europei 2015 – Prima giornata: le big non deludono. Tutti i risultati e le classifiche

Francia-Volley-Valerio-Origo.jpg

Nella giornata odierna si è disputata la prima giornata degli Europei 2015 di volley maschile, in corso di svolgimento tra Italia e Bulgaria.

Di seguito cronaca e risultati degli incontri giocati oggi e la nuova classifica.

 

POOL A (a Sòfia, Bulgaria):

Bulgaria vs Germania      3-0 (25-20; 25-17; 25-20)

12500 calorosissimi spettatori, l’Armeec Arena esplode e la Bulgaria si conferma imbattibile nel suo tempio. I padroni di casa, partiti sfavoriti contro la Germania, escono rinvigoriti da un dominante 3-0 frutto di 11 muri, 51% in attacco e l’80% in ricezione. Protagonisti Nikolov (15 punti), Aleksiev (11) e i 4 muri di Todorov. Pessimi Froom (25% in attacco), Kaliberda (38%) e Grozer (27%): l’attacco teutonico proprio non c’è stato ed è arrivata un’inattesa sconfitta per la squadra terza agli ultimi Mondiali. La Bulgaria può già vedere i quarti di finale dove è quasi certa di evitare la Polonia, la Germania verosimilmente dovrà passare dai playoff per poi affrontare i Campioni del Mondo.

 

Paesi Bassi vs Repubblica Ceca        3-1 (25-21; 25-17; 20-25; 25-18)

La nobile decaduta vince un match alla sua portata e ipoteca la qualificazione ai playoff. Gli oranges dominano a muro (14), sfruttano gli errori dei cechi e hanno la meglio con relativa facilità. Kooy top scorer (16 punti) ma sbalorditiva prestazione di Bontje autore di 6 muri; bene anche Van Dijk (13 punti).

 

# NAZIONE PARTITE VINTE PARTITE GIOCATE PUNTI QUOZIENTE SET QUOZIENTE PUNTI
1. Bulgaria 1 1 3 MAX 1.315
2. Paesi Bassi 1 1 3 3.000 1.172
3. Rep. Ceca 0 1 0 0.333 0.852
4. Germania 0 1 0 0.000 0.760

 

POOL B (a Torino, Italia):

Italia vs Estonia        3-0 (25-19; 26-24; 25-15)

CLICCA QUI PER LA CRONACA

 

Francia vs Croazia         3-0 (26-24; 25-14; 25-22)

Qualche difficoltà nel primo set conquistato solo ai vantaggi poi i vincitori dell’ultima World League si distendono bene e portano a casa una partita abbastanza semplice. Toniutti sceglie di insistere su Rouzier (17 punti, 52% in attacco) e poco sulla stella Ngapeth (10, 53%) ma il risultato non cambia.

 

# NAZIONE PARTITE VINTE PARTITE GIOCATE PUNTI QUOZIENTE SET QUOZIENTE PUNTI
1. Italia 1 1 3 MAX 1.310
2. Francia 1 1 3 MAX 1.266
3. Croazia 0 1 0 0.000 0.789
4. Estonia 0 1 0 0.000 0.763

 

POOL C (a Varna, Bulgaria):

Polonia vs Belgio        3-0 (25-18; 29-27; 25-16)

Ottimo debutto per i Campioni del Mondo che stritolano i fiamminghi in quello che sulla carta dovrebbe essere il match più difficile del girone. Oggi il grande protagonista è Mika (14 punti col 65% in attacco), ottimo Kubiak (14, punti, 56% in attacco, 2 aces e 2 muri), la stella Kurek si ferma a 13 (46%).

 

Slovenia vs Bielorussia       3-0 (25-12; 25-21; 25-17)

Grandissima partenza dei ragazzi di Andrea Giani che vincono l’annunciato spareggio per l’accesso ai playoff. Gli sloveni non hanno alcun problemi a dominare un incontro tutto in discesa grazie alla solida prestazione a muro di tutta la squadra (12) e alle elevate prestazioni in ricezione (87%) e in attacco (57%). Protagonista indiscusso Klemen Cebulj (16 punti), Mitija Gasparini ne mette 14, 12 punti per Urnaut: tre volti noti della nostra SuperLega hanno giganteggiato.

 

# NAZIONE PARTITE VINTE PARTITE GIOCATE PUNTI QUOZIENTE SET QUOZIENTE PUNTI
1. Slovenia 1 1 3 MAX 1.500
2. Polonia 1 1 3 MAX 1.295
3. Belgio 0 1 0 0.000 0.772
4. Bielorussia 0 1 0 0.000 0.666

 

POOL D (a Busto Arsizio, Italia):

Serbia vs Slovacchia        3-2 (25-22; 22-25; 30-28; 24-26; 15-9)

Quanta paura per la Serbia, squadra tra le favorite per il successo finale e che invece rischiava di scivolare contro la Slovacchia allenata da coach Giuliani. I ragazzi di Grbic ne escono vittoriosi dopo praticamente 3 ore di battaglia infinita. Hanno seriamente tremato nel terzo set quando gli slovacchi erano scappati via, poi nel quarto hanno annullato due palle-set ma non sono riusciti a evitare il tie-break.

Duello a distanza tra i bomber Atanasijevic e Michalovic: vincerà il serbo con 28 punti (56% in attacco) contro i 25 (51%). Da annotare i 6 muri di uno scatenato Podrascanin.

 

Russia vs Finlandia     3-0 (25-20; 25-19; 25-23)

I Campioni d’Europa iniziano nel miglior modo possibile la difesa del titolo. Tornano gli schemi classici dopo gli esperimenti infruttuosi della Coppa del Mondo. Mikhaylov è così fantastico opposto da 21 punti (67% in attacco), Muserskiy torna al centro (14 punti, 82%): bastano i due big per sbrigare la pratica nordica con Sivozhelez che torna titolare vista l’assenza di Tetyukhin.

 

# NAZIONE PARTITE VINTE PARTITE GIOCATE PUNTI QUOZIENTE SET QUOZIENTE PUNTI
1. Russia 1 1 3 MAX 1.209
2. Serbia 1 1 2 1.500 1.054
3. Slovacchia 0 1 1 0.667 0.948
4. Finlandia 0 1 0 0.000 0.826

 

Foto: Valerio Origo

Tag

Lascia un commento

Top